Partenza in grande stile per la nuova stagione teatrale dell’Auditorium Enzo Ferrari di Maranello che ha inaugurato la stagione teatrale 2023/24 con lo spettacolo di musica e parole ‘Arcipelago Ivan’ di e con Filippo Graziani.

Un concerto, per la regia di Gigi Bischi che è al tempo stesso sia un omaggio che un gesto d’amore, verso il grande artista abruzzese, capace di illuminare a tinte rock la scena cantautorale italiana a cavallo tra  gli anni settanta e novanta del secolo scorso.

I due figli Filippo e Tommaso avuti da Anna Bischi, entrambi presenti sul palcoscenico maranellese, il primo alla voce e chitarra e il secondo alla batteria.

Con loro due musicisti  pregevoli come Francesco Cardelli al basso e cori e Stefano Zambardino alle tastiere, hanno dato vita ad un vero e proprio viaggio tra parole  e musica nella mente del grande Ivan.

Una serata eccezionale  per chi è  entrato a teatro già da estimatore del cantautore Graziani, come per tutti coloro che proprio grazie a questo spettacolo, lo hanno in qualche modo scoperto per la prima volta.

Il palcoscenico divenuto una immaginaria nave con al timone un capitano un po’ corsaro e un po’ pirata che ha condotto la platea in un suggestivo viaggio musicale e artistico.

Le isole di questo immaginario arcipelago, sono state le canzoni del padre che fungevano da approdi a volte sicuri altre volte misteriosi, per un pubblico entusiasta e mai avaro di applausi.

Straordinarie le doti canore di Filippo e letteralmente da brivido in alcune sue interpretazioni di successi paterni come “Agnese”, “Lugano addio”,  “Pigro” o la sua preferita, come lui stesso ha voluto definire “Paolina”,  un brano firmato da Graziani nel 1978.

La grande musica italiana protagonista della prima serata di una stagione che presenterà tra gli altri, la bravissima Paola Minaccioni, volto televisivo e attrice poliedrica che a Maranello sarà protagonista di  un monologo di stand up comedy dal titolo  Stupida Show, in programma martedì 19 Dicembre.

Claudio Corrado









Articolo precedenteCade il tabù Djokovic, Sinner ‘vedè le semifinali a Torino
Articolo successivoSciopero, Salvini “Non arretro, no a Italia ostaggio di una minoranza”