Un Charles Leclerc semplicemente perfetto ha dominato la qualifica del Gran Premio di Las Vegas conquistando la pole position numero 249 per la Ferrari e regalando a sé stesso la 23ma, che gli permette di eguagliare Niki Lauda al secondo posto nella storia della Scuderia – davanti c’è Michael Schumacher a quota 58 –.

La sessione, scattata allo scoccare della mezzanotte, avrebbe dato il miglior risultato possibile al team, visto che Carlos Sainz si è piazzato ad appena 44 millesimi dal compagno di squadra conquistando un posto in prima fila. Purtroppo però lo spagnolo dovrà scontare la penalizzazione di dieci posizioni sulla griglia dopo aver dovuto sostituire il pacco batterie nella giornata di ieri in seguito al pericolosissimo urto con un tombino sollevatosi dalla sede stradale nel corso del primo turno di prove libere.

Tre volte primo e secondo. La Scuderia non ha solo primeggiato lungo i 6.201 metri tra i muretti della Strip, ma ha letteralmente dominato se è vero che i due piloti in rosso hanno ottenuto il primo e il secondo tempo anche in Q1 e Q2. Nella fase decisiva Leclerc e Sainz hanno avuto a disposizione due treni di gomme Soft nuove ciascuno e hanno centrato i tempi di riferimento al secondo tentativo: 1’32”726 per Charles e 1’32”770 per Carlos.

Questa notte Charles, Carlos e la squadra faranno di nuovo le ore piccole per preparare i 50 giri della gara che prenderanno il via alle 22 locali di sabato, e dunque a tutti gli effetti nella stessa giornata della qualifica, anche se in Europa saranno le 7 del mattino.

Non accadeva dal GP del Sudafrica del 1985 che la Formula 1 disputasse un vero e proprio Gran Premio non di domenica. Le prime tre squadre della classifica si troveranno in una posizione analoga: avranno infatti una macchina nelle prime due file – al fianco di Charles scatterà Max Verstappen, mentre George Russell partirà terzo – e una a centro gruppo, con Lewis Hamilton sulla decima piazzola davanti a Sergio Perez e a Carlos. È dunque lecito aspettarsi una gara nella gara, con molti punti in palio per il secondo posto nella classifica costruttori.









Articolo precedenteFesta dell’albero 2023, dal 21 al 27 novembre sono previste tante iniziative nelle scuole guastallesi
Articolo successivoModena, l’istituto Tassoni celebra 100 anni di vita