La Sindaca con l’Assessora al Volontariato Barbara Giannerini e gli esponenti delle associazioni

Inaugurata sabato 18 novembre la “Casa delle Arti” di Castel Maggiore: si tratta della ex scuola elementare Carlo Levi di Primo Maggio, dismessa a giugno con l’apertura della nuova scuola primaria di Via Loi, e destinata, a seguito di bando pubblico, alla sede di attività associative.

Alla presenza della Sindaca Belinda Gottardi, le sei associazioni che si sono aggiudicate gli spazi hanno presentato le attività, che spaziano . Si tratta di Musicalia – associazione già affermata con corsi di musica a Castel Maggiore che amplia i propri spazi di formazione e organizza un corso sui ritmi più caratteristici del Brasile, rivolto a ragazzi e ad adulti, in collaborazione con la Escola de samba Vamolà. Dance Planet Studio, scuola già attiva a Bologna e Calderara di Reno, organizza corsi di ballo per tutti: dall’infanzia all’età adulta , con baby dance, disco dance, show dance, hip-hop, danza moderna, danza classica, contemporaneo, salsa, boogie-woogie.  In ambito musicale, OperaSchool lavora per formare gli artisti del futuro con piani di studio individuali personalizzati e masterclass con Direttori d’Orchestra, Registi e Pianisti spartitisti di chiara fama. Firmamentis è uno studio di neuropsicologia, psicoterapia che proporrà servizi volti alla promozione del benessere psicologico durante tutto il ciclo di vita con particolare attenzione all’area perinatale e al supporto alla genitorialità. Tantrayoga” è una scuola di Yoga che opera da diversi anni a Castel Maggiore, con insegnanti qualificati e corsi per adulti e over 65. Civico Sport 40013 asd è un’associazione Sportiva Dilettantistica che svolge percorsi di avvio all’Atletica leggera per i ragazzi delle scuole primarie, attività di Camminata Sportiva e mantenimento in forma per adulti, attività di allenamento e preparazione atletica indoor, in collaborazione con UISP e ACSI.

Soddisfatta la Sindaca Gottardi: “La Casa delle Arti arricchisce il panorama delle attività formative e ricreative presenti a Castel Maggiore ed in particolare concorre a migliorare la qualità della vita dei cittadini e delle cittadine di Primo Maggio. E’ un ulteriore elemento di rilancio di una zona troppo a lungo rimasta periferia, e arriva dopo il forte rilancio di Villa Salina Malpighi con le tantissime attività estive e con l’insediamento dell’Accademia di Belle Arti e dell’artista di calibro internazionale Igort. Aggiungo che la giunta ha recentemente approvato il Masterplan Quadrante Sud, lo strumento urbanistico che ridisegna il futuro della zona di Primo Maggio, valorizzando quella che adesso è una zona periferica e trasformandola in cerniera tra Castel Maggiore e Bologna, collocando gli investimenti privati e pubblici in un contesto di maggiore vivibilità del quartiere e innalzamento della qualità dell’abitare e del muoversi. un parte importante del futuro di Castel Maggiore si gioca a Primo Maggio”.

 









Articolo precedenteAl Duse di Bologna il Bill Frisell Trio con Thomas Morgan & Rudy Royston
Articolo successivoRinasce Confapi Reggio Emilia