da sinistra Alessandra Grieco, Giulia Gobbi e Valentina Sancisi

Tumore al polmone, é stato di recente pubblicato sulla rivista internazionale “Cell Death and Disease” che fa parte del gruppo Nature, l’ultimo articolo del Laboratorio di Ricerca Traslazionale sul ruolo degli RNA non codificanti in questo tipo di neoplasia. In questo lavoro, la dottoressa Giulia Gobbi, titolare del progetto e le dottoresse Valentina Sancisi e Alessandra Grieco hanno descritto per la prima volta il ruolo di una molecola, TAZ-AS202, nella progressione del tumore del polmone.

Il tumore del polmone è una patologia molto diffusa e aggressiva, con prognosi ancora non favorevole, malgrado i molti farmaci oggi a disposizione. Grazie a questo studio è stata identificata una particolare molecola che regola proprio l’aggressività in questo tipo di tumore e quindi la capacità delle cellule tumorali di migrare e invadere i tessuti circostanti.

La molecola appartiene a una classe di particelle dette RNA non codificanti. Questi RNA non generano proteine, ma compiono di per sé la loro funzione biologica e per questo motivo costituiscono un campo di ricerca nuovo e affascinante. Gli RNA non codificanti svolgono molteplici ruoli in diversi tipi di tumore e TAZ-AS202 non fa eccezione. Questo RNA infatti regola l’aggressività delle cellule tumorali attraverso uno specifico programma genico. Dal lavoro di ricerca è emerso che fra i geni regolati da questo RNA è presente una proteina che può essere inattivata da specifiche molecole ancora in sviluppo pre-clinico. Questa scoperta è particolarmente interessante in quanto potrebbe portare in futuro all’utilizzo di queste molecole come nuovi farmaci per contrastare il tumore del polmone.

Il progetto di ricerca è stato supportato tramite un finanziamento nell’ambito della raccolta 5 per 1000 destinata all’Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia ed è stato sviluppato grazie alla collaborazione con vari professionisti della stessa Azienda e al prezioso contributo del professor Srinivas Vinod Saladi e del suo gruppo dell’Università di Harvard a Boston. L’articolo dal titolo “The long non-coding RNA TAZ-AS202 promotes lung cancer progression via regulation of the E2F1 transcription factor and activation of Ephrin signaling” ha come autori Giulia Gobbi, Alessandra Grieco, Federica Torricelli, Elisabetta Sauta, Giacomo Santandrea, Eleonora Zanetti, Valentina Fantini, Francesca Reggiani, Silvia Strocchi, Massimiliano Paci, Manik Vohra, Srinivas Vinod Saladi, Davide Carlo Ambrosetti, Alessia Ciarrocchi, Valentina Sancisi.









Articolo precedenteAuguri Soliera, il calendario natalizio parte a dicembre
Articolo successivoAll’Ospedale Civile di Baggiovara riaperto al transito il passaggio pedonale dell’ingresso principale