Home Reggio Emilia Presentata la nuova piazza Vallisneri: alberi, illuminazione, marciapiedi e riordino della sosta

Presentata la nuova piazza Vallisneri: alberi, illuminazione, marciapiedi e riordino della sosta

INAUGURAZIONE RIQUALIFICAZIONE PIAZZA VALLISNERI REGGIO EMILIA

“E’ una riqualificazione frutto dell’ascolto, del dialogo tra e con i residenti, che per primi hanno proposto all’Amministrazione il riordino e l’abbellimento di questa grande piazza, in particolare hanno chiesto spazi più sicuri per i pedoni e alberi, in un luogo in cui di alberi non ce n’erano mai stati: ora ne abbiamo 19. Questo spazio mantiene la sua funzione importante di parcheggio a servizio dell’intera città, ma ora possiamo dire che è ‘più piazza’ di quanto lo sia stata in passato”, ha detto stamani il sindaco Luca Vecchi, presentando i lavori compiuti in piazza Antonio Vallisneri a quanti avevano proposto di intervenire: residenti, operatori economici, commercianti, professionisti con studio nella zona, padri Cappuccini, il cui convento da secoli si affaccia su questa parte di città.

“La piazza è un valore – ha aggiunto il sindaco – E’ una parola con un significato ben preciso, nella nostra città come nel resto d’Europa, e in definitiva ha lo stesso significato dello spazio-piazza che accoglie i bambini nelle nostre scuole d’infanzia: un luogo per le persone, in cui sia possibile incontrarsi, pur mantenendo in questo caso funzionalità importanti. Se notate, ora le auto entrano e subito rallentano, non invadono più gli spazi per i pedoni. Gli alberi poi, in particolare dalla prossima primavera, offriranno oltre all’ombra un aspetto decisamente più bello e caratterizzante a questo luogo.

“Il dibattito sulle piazze nella nostra città – ha concluso il sindaco – è spesso vivace. Dove la comunità discute, la comunità cresce. Altrettanto spesso però il confronto si ferma sui dettagli. Non dimentichiamo perciò il senso complessivo delle nostre azioni, cioè il significato che ha per noi lo spazio-piazza, che ci porta a intervenire: da 15 anni, dalla riqualificazione di piazza Fontanesi a oggi, riqualificare le piazze significa mettere le persone al centro, restituire alle persone luoghi vivibili, sicuri, di relazione, fare cioè delle piazze luoghi per le persone. Il percorso, con i cittadini, che ci ha portato alla risistemazione anche di piazza Vallisneri, significa appunto questo”.

“L’area di piazza Vallisneri è e resta a servizio di tutta la città con la sua importante funzione per la sosta, ma con una serie di novità importanti per quantità e qualità. Abbiamo ottenuto una migliore accessibilità e una accessibilità per tutti, pedoni, non vedenti ed auto, in una maniera più ordinata e di reciproco rispetto – ha detto l’assessore a Infrastrutture del territorio e Beni comuni Mirko Tutino, che ha illustrato i lavori – Tutti inoltre hanno diritto di vivere in un posto bello e hanno diritto di avere un albero davanti a casa. E per questo abbiamo piantato nuovi alberi, dove non ve ne sono masi stati, realizzando aiuole per ospitarli. Fra qualche settimana, potremo beneficiare e apprezzare il verde e l’ombra dei frassini, piantumati in una fase di crescita già molto avanzata: sono piante adulte.

“Questa operazione – ha aggiunto l’assessore – non ha di fatto penalizzato il numero di posti auto, che erano 140 e sono diminuiti di qualche unità; quelli che hanno lasciato posto a marciapiedi e aiuole verranno ‘ricuperati’.

“Resta una porzione marginale della piazza, verso la circonvallazione, che non è stata coinvolta in questo lotto di lavori, ma che sarà sistemata in una fase successiva”.

L’INTERVENTO – Fino a poco tempo fa piazza Vallisneri si presentava come una vasta superficie destinata quasi esclusivamente alla sosta e alla circolazione dei veicoli a motore, in cui erano completamente assenti percorsi pedonali definiti. L’area svolgeva quindi solamente la funzione di parcheggio e non quella di piazza urbana, risultando priva di identità e delle caratteristiche che qualificano gli spazi urbani. Obiettivo dell’intervento realizzato dal Comune con un investimento di 60mila euro, è stato quello di coniugare l’offerta di sosta per i veicoli con la necessità di dotare la piazza di percorsi pedonali sicuri e riconoscibili e di renderla più vivibile e piacevole.

Per migliorare la fruibilità della piazza e trasformarla in un’area di sosta attrezzata e ombreggiata, nei mesi scorsi sono state realizzate diverse aiuole alberate dove sono state messe a dimora 19 nuove piante – 18 frassini Raywood e un acero – e sono stati realizzati percorsi di attraversamento dedicati per i pedoni, con tracciati per non vedenti.

Il progetto ha trasformato il parcheggio in uno spazio urbano di maggiore qualità con la realizzazione di marciapiedi pavimentati in masselli autobloccanti dotati di guide tattili per i non vedenti, nuove opere fognarie per la raccolta delle acque meteoriche, la predisposizione per un nuovo impianto di pubblica illuminazione. I percorsi veicolari sono stati riasfaltati ed è stata collocata una nuova segnaletica orizzontale.

Il progetto è nato dal confronto con i residenti che hanno richiesto un intervento di riqualificazione della piazza capace di tutelare la mobilità pedonale (che era compressa dalle manovre delle auto) e di portare il verde in un’area in cui si affacciano diversi palazzi residenziali. Le nuove aiuole e i nuovi percorsi pedonali hanno comportato una riduzione di soli nove posti auto sui 140 presenti nel piazzale.

GLI ALBERI DI REGGIO-RESPIRA IN CENTRO STORICO – L’intervento di piazza Vallisneri rientra nel programma ReggioRespira per il miglioramento della qualità dell’aria in città anche attraverso l’incremento del patrimonio verde.

Negli ultimi mesi sono infatti 127 i nuovi alberi messi a dimora in centro storico: oltre a quelli di piazza Vallisneri, sono stati piantumati 17 alberi in via Guasco, 5 ulivi in via dei Servi, 86 tigli in viale dei Mille. Tra gli interventi previsti dal progeto ReggioRespira vi è la piantumazione di 20.000 nuovi alberi in 5 anni attraverso la creazione di fasce e aree boscate, di corridoi ecologici lungo gli assi viari.