Home Cronaca Esplosione sinagoga Modena: archiviato fascicolo

Esplosione sinagoga Modena: archiviato fascicolo

E’ stato archiviato il fascicolo relativo all’esplosione avvenuta nella notte dell’ 11 dicembre accanto alla sinagoga di Modena. Un 34enne giordano, Muhannad Al Khatib Safiq Ahma, si tolse la vita facendosi saltare in aria all’interno della sua auto satura di gas, fra piazza Mazzini e via Blasia, proprio accanto al tempio ebraico di Modena.

La deflagrazione fu fortissima e lasciò inizialmente pensare a un episodio di terrorismo. L’inchiesta ha accertato che l’uomo, che era a Modena dal 1997, disoccupato e in cura al centro di salute mentale dell’ Asl, da qualche tempo aveva manifestato intenti suicidi e aveva confidato agli amici che avrebbe voluto togliersi la vita in maniera clamorosa. Secondo i magistrati, non sono emersi segnali o indizi che possano ricondurre a una matrice terroristica di quell’ esplosione: si è trattato di un suicidio, sia pure attuato in forma plateale, di una persona malata, e non di un attentato. Per questo, a sei mesi da quel tragico episodio, il Procuratore aggiunto Manfredi Luongo ha chiesto e ottenuto l’archiviazione del fascicolo, che era stato aperto (come atto dovuto) con l’ ipotesi di reato di attentato per fini eversivi.