Maltempo: migliora la situazione al Nord






    Anche se qualche precipitazione nevosa
    viene ancora segnalata in Piemonte e Liguria sopra i 500-700 metri e in Valle D’Aosta nella zona di Morget e Courmayeur, l’emergenza neve sembra essere alle spalle. La situazione in queste regioni resta difficile, ma non più classificata come emergenza dalla Protezione Civile che già ieri aveva revocato lo stato di allarme.


    Il pericolo, soprattutto nelle regioni del nord est, ora riguarda il rischio gelate. Nelle prossime ore, infatti, come segnalato dalla Protezione Civile, le temperature potrebbero diminuire di qualche grado con il rischio di formazione di ghiaccio. A complicare la situazione la pioggia che sta cadendo su quasi tutta la penisola, eccetto alcune regioni del Sud. Le precipitazioni inoltre hanno creato un altro allarme legato alla possibile caduta di cumuli di neve o altro materiale dai tetti degli edifici, in particolare dove le nevicate sono state più abbondanti. La protezione civile delle Lombardia ad esempio ha già inviato una segnalazione a Comuni, Prefettura e Provincia per prevenire situazioni di pericolo. In particolare in Lombardia la situazione decisamente milgiorata per quanto riguarda la circolazione che praticamente tornata alla normalità, mentre rimane il problema dei marciapiedi e delle aeree pedonali, per la maggior parte ancora coperte di neve.



    In Piemonte piove da ieri sera su Torino, ma continua a nevicare da quota 500 metri su tutto il territorio della provincia e di gran parte della regione. La neve, in particolare, sta cadendo sui siti e nelle valli olimpiche. Nel capoluogo piemontese la temperatura salita a poco più di 4 gradi sopra lo zero e la pioggia sembra favorire le operazioni pulizia delle strade. Una parte dei mezzi operativi del comune sta ancora lavorando in collina e nelle piccole strade cittadine. Non si registrano al momento particolari disagi al traffico in Piemonte. E precipitazioni nevose si registrano anche in Val D’Aosta in particolare nell’area di Morget e Courmayeur con difficoltà segnalate sull’A7 in prossimit proprio dello svincolo di Morget e l’entrata di Courmayeur. Fra Piemonte e Liguria infine vengono segnalate difficolt sull’A6 tra Ceva e il bivio dell’A10.



    Sulla propria rete, la società Autostrade non segnala altri disagi particolari, anche se resta l’obbligo delle catene a bordo soprattutto sulle strade provinciali e statali del nord-ovest.
    Non si segnalano inconvenienti sul fronte del trasporto aereo, con la Sea di Milano ha confermato che oggi il traffico stato regolare in entrambi gli scali di Malpensa e Linate, mentre per quanto riguarda le ferrovie viene segnalato ancora qualche disagio soprattutto per i treni regionali in Lombardia, Piemonte e Liguria. Restano invece molto mossi i mari con ripercussioni negative sui collagementi con le isole: agitato lo stretto di Sicilia; molto mossi lo Jonio e i bacini occidentali con moto ondoso in aumento sul canale di Sardegna. Mosso anche l’Adriatico.



    Per domani le previsioni indicano nuvolosità diffusa lungo i settori appenninici di Emilia-Romagna, Liguria, Piemonte meridionale con isolate precipitazioni nel corso della giornata.
    Irregolarmente nuvoloso sul Veneto e Lombardia meridionale con possibilità nel corso della mattina di isolate e residue deboli precipitazioni, in miglioramento nel corso della giornata. Poco nuvoloso invece sulle restanti regioni.









    Articolo precedenteApprodano a Reggio Emilia ‘Les Grands Ballets Canadiens’
    Articolo successivoModena: master universitario in care-Expert