Home Modena Modena: anziani, via al bando per mini alloggi protetti

Modena: anziani, via al bando per mini alloggi protetti

Mini alloggi a canone agevolato o concordato, privi di barriere architettoniche e attrezzati per offrire una permanenza sicura e funzionale ad anziani non completamente autosufficienti, ma ancora abbastanza in gamba da poter vivere da soli o con il proprio partner.

E’ il nuovo servizio che prenderà il via a Modena nei prossimi mesi. Gli alloggi a disposizione per ora sono 24 e si trovano in via Vaciglio 390 (angolo via Anzio).
Sono stati realizzati dall’Opera Pia Casa di Riposo, cofinanziati dalla Regione Emilia-Romagna, e sono concessi al Comune di Modena in comodato d’uso per la locazione.
Il Comune li assegnerà, tramite il bando che è appena uscito, ad anziani che risiedono in alloggi inadeguati alle loro condizioni.
Le domande vanno presentate da lunedì 22 maggio e fino al 30 giugno, presso la sede di “Net Garage” in via Viterbo 80, piano terra: lunedì, martedì giovedì, venerdì 9-12.30, giovedì anche 14.30-18.

“I mini alloggi costituiscono un’esperienza innovativa – afferma l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Modena Francesca Maletti – che si colloca ad un livello intermedio tra la residenza in casa protetta e i servizi a domicilio. Permettono, infatti, all’anziano di continuare a vivere in una casa propria, ma senza barriere e completa di servizi ausiliari in grado di rendere la qualità della vita il più serena possibile”.
“Il Comune – aggiunge l’assessore – con questo nuovo intervento vuole ampliare la gamma delle risposte rispetto ai bisogni degli anziani a rischio di non autosufficienza, che non hanno cioè condizioni tali da richiedere il ricovero in strutture residenziali, ma per i quali la vita è difficoltosa nelle attuali abitazioni o per l’inadeguatezza degli alloggi o perché non hanno parenti di riferimento accanto”.

L’edificio in cui sono situati gli alloggi è dotato di un servizio di portierato sociale che garantirà le risposte alle emergenze e, in collaborazione con il Servizio Sociale di base, affiancherà la rete di conoscenze interne ed esterne dei residenti. Possono presentare domanda per accedere ai “Mini appartamenti protetti con servizi per anziani e persone con problemi di autonomia, a canone di affitto concordato o agevolato” anziani con non meno di 60 anni o persone non autosufficienti con patologie assimilabili all’età senile.

I richiedenti dovranno essere residenti nel Comune di Modena, avere un reddito lordo complessivo non superiore ai 30.987,41 euro e non essere titolari di altri alloggi.
Le domande saranno vagliate da una Commissione tecnica che definirà l’elenco dei possibili assegnatari anche in base alle situazioni economiche più svantaggiate nel caso i richiedenti siano in condizione di parità per gli altri requisiti (condizione sanitaria, assenza di risorse parentali, risiedere in alloggi con barriere architettoniche). Il Comune concederà quindi gli alloggi in locazione a canone concordato e potrà applicare canoni agevolati fino al 25 per cento dell’incidenza del canone sul reddito; in ogni caso i canoni non saranno inferiori a 50 euro mensili.

Per ulteriori informazioni: tel. 059 2034251 nei giorni e negli orari in precedenza indicati; la domanda può anche essere scaricata dal sito internet Comune Modena.