Home Bologna Com-Pa: l’Arma dei Carabinieri da voce ai più piccoli con Children Satisfaction

Com-Pa: l’Arma dei Carabinieri da voce ai più piccoli con Children Satisfaction

L’Arma dei Carabinieri presenta a COM-PA la rilevazione della “Children Satisfaction”, un nuovo segmento della “Costumer Satisfaction” che analizza le percezioni dei bambini per definire il loro bisogno di sicurezza. Un progetto presentato come gioco, che nasce grazie alla collaborazione con l’Assessorato alle Politiche di Promozione della Famiglia e dell’Infanzia del Comune di Roma, un questionario anonimo semi-strutturato, con domande chiuse, quesiti aperti e vignette tematiche, pensate per avvicinarsi al linguaggio dei più giovani.


Sei gli Istituti Scolastici romani coinvolti e 16 le domande sottoposte all’attenzione di bambini dagli 8 agli 11 anni, lasciati liberi di rispondere e guidati nella compilazione dai loro insegnanti, per evitare ogni forma di suggestione o condizionamento.

I risultati parlano chiaro: il bisogno di protezione da parte dei bambini è avvertito principalmente per i luoghi aperti, strada e parchi in particolare. Alla domanda “Nel mondo ci sono anche persone cattive, dove le puoi incontrare?”, infatti, il 68,9% ha risposto “Per strada”, il 13,4% “Su Internet” e l’11,6% “Nel parco” e il 3,7% al telefono. Il 45,4% si sente sicuro per strada “Quando ci sono i Carabinieri”, e ben l’84,20% sa che l’Arma risponde anche a chiamate che non arrivino da adulti. Per il 32,40% la paura più grande sono i ladri, mentre per il 28,70% il timore maggiore è quello di essere investiti da una macchina. Anche i tifosi che si picchiano allo stadio sono motivo di insicurezza per il 7,70%. Per il 43,30% i Carabinieri sono “Sempre seri”, mentre per il 42,30% sono “Simpatici”.

La sezione riservata alle risposte aperte permette di collezionare proposte e spunti per un servizio migliore. Alla richiesta “Cosa dovrebbero fare i Carabinieri per migliorare il loro servizio e farTi sentire più sicuro?”, un intervistato ha suggerito: “Quando arrestano ladri o assassini ecc. dovrebbero fargli imparare anche a non farlo più”. La ricerca di tranquillità va di pari passo con la tutela dell’ambiente: questo bambino vorrebbe “Nella città non sentire più brutte notizie al Tg. Nel mio cuartiere non più tutto lo smog. Nella scuola che tutti andiamo d’accordo. E che tutta la città vada d’accordo”, mentre quest’altro “Andare in macchina con energia a sole così non inquinano tutto il mondo”.