Sassuolo: approvata la demolizione della ex Cantina Pedemontana






    L’area dell’ex Cantina Pedemontana in via Po, quartiere Braida, è stata acquisita, come da programma, dalla Sassuolo Gestioni Patrimoniali. Nei giorni scorsi la giunta ha approvato il progetto di demolizione degli edifici esistenti per dare avvio alle opere previste in questo spazio, incluso nei piani di riqualificazione urbana di Braida: nella zona dell’ex cantina sorgerà la nuova caserma della Guardia di Finanza ma ci saranno anche una piazza con relativo parcheggio, negozi, abitazioni.

    L’intervento di demolizione include la rimozione e smaltimento di eventuali parti di tetti in amianto (nel caso venga individuata la presenza di questo materiale verrà redatto prima della demolizione un piano di lavoro per il corretto smaltimento); verifiche e qualificazioni delle terre in prossimità delle cisterne per valutare eventuali inquinamenti; demolizione dei fabbricati; demolizione dei serbatoi in cemento/resina/metallo all’interno dei capannoni originali; creazione di un piano unico a quota pari all’attuale zona pavimentata – da realizzarsi con materiale proveniente dalla demolizione o con misto stabilizzato di frantoio – finito e compattato in modo che l’area sia idonea a parcheggio veicoli.

    In una prima fase infatti la destinazione d’uso di parte dello spazio liberato dagli stabili dell’ex cantina sarà a parcheggio a servizio del quartiere.
    Da una analisi dei fabbricati esistenti nello spazio dell’ex Cantina si è valutato che vadano mantenuti la casa rurale sulla parte sud del lotto e i tre capannoni originari della cantina con capriate in legno, in conformità alla previsione del PSC che li classifica fabbricati storici.

    L’intervento di demolizione verrà gestito in modo da arrecare il minimo disagio ai residenti della zona: l’impresa incaricata opererà nell’intervallo di tempo dalle 8 alle 13 e dalle 15 alle 18 e dovrà rispettare i limiti di emissione di rumore previsti dalla classificazione acustica comunale. A demolizione verrà eseguita nel giro di trenta giorni dall’inizio delle operazioni e comporterà una spesa di 98mila euro.

    Come ricordato, nello spazio dell’ex Cantina Pedemontana fra i vari interventi previsti, il più rilevante sarà quello di realizzazione della nuova caserma della Guardia di Finanza, che occuperà una superficie di mille metri quadri commerciali, di cui 400 da adibire ad uffici, 250 da adibire ad alloggi di servizio, 250 a camerate di servizio, 200 a garages e archivi interrati.









    Articolo precedente”Un giro al mercato”: lezione di frutta e verdura con l’Azienda USL di Bologna
    Articolo successivoHa riaperto il Circuito dei Castelli matildici e Corti reggiane