”Un giro al mercato”: lezione di frutta e verdura con l’Azienda USL di Bologna






    Asparagi, carciofi, fragole e mele ad Aprile; melanzane, peperoni, albicocche e ciliegie a Maggio; cetrioli, zucchine, pesche e susine a Giugno. Sono una parte dei prodotti ortofrutticoli presenti nel calendario della stagionalità offerto agli oltre 900 ragazzi, 41 classi provenienti da 14 istituti di scuola media inferiore di Bologna e provincia, che fino all’11 aprile partecipano a “Un giro al mercato”, progetto di educazione alimentare e orientamento ai consumi di frutta e verdura.

    “Un giro al mercato”, promosso dall’Azienda USL di Bologna, Assessorato Agricoltura della Provincia, CAAB (Centro Agro Alimentare di Bologna) e ACMO (Associazione Commercianti Mercato Ortofrutticolo) è un progetto nato nel 2000 che ha già coinvolto 8.000 alunni e oltre 200 insegnanti.

    I ragazzi concludono la visita a un “Un giro al mercato”, attraverso una rappresentazione teatrale ludico/didattica, con la preparazione di un minestrone che continueranno a casa, ai ragazzi vengono consegnate le verdure, con l’aiuto dei genitori o dei nonni. Le classi sono invitate inoltre a partecipare ad un concorso grafico sui temi affrontati nell’arco della giornata che prevede, quale premio per il vincitore, una giornata in una fattoria didattica.

    Obiettivo di “Un giro al mercato” è stimolare l’interesse dei ragazzi, spesso, poco propensi al consumo di frutta e verdura. Attraverso un percorso guidato, articolato in vari momenti, gli operatori del Dipartimento di Sanità Pubblica (Unità Operativa Igiene degli Alimenti e Nutrizione) dell’Azienda USL forniscono informazioni riguardo i diversi metodi di produzione, i singoli prodotti, il processo commerciale, i controlli volti ad assicurare la salubrità al corretto modo di consumarli.

    Inizialmente i ragazzi vengono condotti in visita alle postazioni dei produttori e dei concessionari che operano all’interno del mercato e vengono illustrate le caratteristiche dei prodotti in vendita (varietà, provenienza, distribuzione, stagionalità, ecc..). Successivamente incontrano l’esperto biologo che spiega come si svolge l’attività di verifica della salubrità dei prodotti, come consumare frutta e verdura gustandone al meglio il sapore e come beneficiare delle loro proprietà nutritive. Viene sottolineato, inoltre, l’importanza di un adeguato apporto di frutta e verdura per assicurare una dieta quotidiana equilibrata e salutare. Si forniscono infine risposte chiare a quesiti su prodotti rispettosi dell’ambiente, sui prodotti biologici e sugli OGM.









    Articolo precedenteLegacoop Bologna su nomina Alberani a responsabile regionale Legacoopsociali
    Articolo successivoSassuolo: approvata la demolizione della ex Cantina Pedemontana