Minacce al Sindaco di Modena: messaggi di solidarietà






    «Solidarietà e pieno appoggio al sindaco di Modena Giorgio Pighi» per le scritte intimidatorie comparse l’altra sera in un cantiere a Lesignana sono stati espressi dal presidente della Provincia Emilio Sabattini. «Chi ha responsabilità di governo – osserva Sabattini – sa bene che deve misurarsi anche con il dissenso, ma simili gesti non appartengono alla tradizione di questa terra. Il ricorso alla violenza, anche verbale, non è in alcun modo accettabile». A Pighi quindi – conclude Sabattini – va «il pieno sostegno delle istituzioni, che sono al suo fianco nell’azione quotidiana a difesa della legalità».


    In merito alle minacce scritte nei confronti del Sindaco Pighi, il Consigliere regionale del PDL Andrea Leoni, Capogruppo in Consiglio comunale a Modena, Andrea Leoni, ha rilasciato la seguente dichiarazione.
    “Esprimiamo piena solidarietà al Sindaco di Modena Giorgio Pighi, oggetto delle gravi minacce scritte apparse in un cantiere a Lesignana. Episodi del genere non vanno sottovalutati. L’escalation criminale in città non si arresta e deve trovare una risposta ferma da parte delle istituzioni e delle forze dell’ordine. Auspichiamo che gli autori delle minacce siano individuati al più presto. Bisogna tenere alta la guardia e non lasciare spazio di azione a chi semina il terrore”.

    “A fronte delle scritte apparse a Lesignana e al Parco Amendola, i Presidenti delle Circoscrizioni cittadine esprimono la loro totale solidarietà al Sindaco Pighi.
    Condividono la linea intrapresa dalla Amministrazione comunale, attenta a tutte le realtà del territorio, comprese quelle dove si intende intervenire con fermezza e decisione.
    Le frasi ingiuriose e minacciose non solo esprimono profonda inciviltà, ma sono anche deprecabili per l’offesa che portano a tutta l’Amministrazione ed ai tanti cittadini che in quelle zone lavorano e collaborano con noi”.
    Ingrid Caporioni, Presidente della Circoscrizione 1
    Antonio Carpentieri, Presidente della circoscrizione 2
    Fabio Poggi, Presidente della Circoscrizione 3
    Alberto Cirelli, Presidente della Circoscrizione 4

    A nome dell’Associazione partigiani e antifascisti di Modena esprimo la più viva solidarietà.
    Frasi oltraggiose irricivibili, da condannare senza alcuna esitazione. L’impegno Suo e delle Istituzioni modenesi sui problemi della sicurezza in città è importante e disturba chi traffica nell’ombra. La situazione è seria e preoccupante, ma proprio per questo occorre perseverare. L’ANPI le è vicina e le da tutto il suo sostegno.
    Cordialità.
    La Presidente (Aude Pacchioni)

    Confesercenti Modena esprime la sua profonda solidarietà al sindaco Giorgio Pighi, e condanna le minacce da lui ricevute e gli atti intimidatori che le hanno accompagnate, e invita il sindaco e l’amministrazione comunale proseguire lungo la strada intrapresa nella lotta al crimine.
    I recenti fatti di cronaca di questi ultimi giorni, come l’aggressione al giornalista Gianni Galeotti, il sequestro a scopo di rapina di Leopoldo Golinelli e l’incendio a Lesignana, dimostrano che è in atto un aumento della violenza negli episodi criminali: allo stesso tempo la risposta delle Forze dell’Ordine è stata puntuale, e per questo motivo non possiamo che esprimere il nostro apprezzamento per l’impegno con cui ci si dedica al problema della sicurezza, sia per i commercianti che per i cittadini.
    Auspichiamo che le indagini possano presto portare all’individuazione dei responsabili di queste minacce, che è bene non sottovalutare, per poter comprendere l’origine di episodi così gravi. Quello di non abbassare la guardia è anche l’invito che l’Associazione rivolge alle istituzioni e alle Forze dell’Ordine, chiedendo loro di non allentare la presa e di mantenere inalterato l’impegno nel contrasto alla criminalità in tutte le sue forme.

    Solo due giorni fa ci trovavamo a solidarizzare con operatori commerciali e giornalisti – ricorda Ascom Confcommercio – oggi la solidarietà dobbiamo rivolgerla al Primo Cittadino di Modena Giorgio Pighi a causa delle bieche minacce da lui ricevute.
    Detto che Ascom Confcommercio è assolutamente vicina a Giorgio Pighi come persona e per la carica che ricopre, l’Associazione si dice convinta che queste intimidazioni non possano scalfire la determinazione con la quale si persegue la criminalità in ogni sua manifestazione, ma che, anzi, il principio della fermezza sarà ancora più serrato perché accanto al Sindaco si schiera tutta la città.
    Naturalmente l’augurio è che gli autori delle intimidazioni vengano prontamente individuati dalle Forze dell’Ordine e che le sanzioni possano dimostrarsi, nel rispetto della legge, esemplari.

    Anche la Cisl di Modena esprime solidarietà al sindaco Giorgio Pighi per le intimidazioni apparse al parco Amendola e in un cantiere edile a Lesignana. «Stamattina ho incontrato il sindaco e gli ho confermato il sostegno umano e politico mio e della Cisl – dichiara il segretario provinciale Francesco Falcone – La Cisl respinge con forza episodi di questo tipo e invita la società modenese a non sottovalutare questi segnali, i quali indicano che la malavita è già presente nel nostro territorio e deve essere contrastata con la massima decisione. Il sindacato – conclude il segretario della Cisl – è in prima fila nella difesa della legalità nei luoghi di lavoro e nel territorio, a tutela della coesione sociale e della libertà delle persone».









    Articolo precedenteAN e Lega Nord: in 2.200 hanno risposta a referendum sulle ‘Campine’
    Articolo successivoNasce una scuola per la tutela dei beni culturali nelle aree di crisi