Home Modena Lotta all’Aids: a Modena studenti in gara per lo slogan migliore

Lotta all’Aids: a Modena studenti in gara per lo slogan migliore

Una sezione speciale, rivolta esclusivamente alle classi IV e V delle scuole superiori e dedicata ai temi legati alla lotta all’Aids, e più precisamente alla produzione di strumenti per sensibilizzare a un problema non circoscritto ad una particolare categoria sociale ma connesso a comportamenti a rischio.

E’ la novità con cui l’assessorato alle Politiche per la Salute, in collaborazione con l’assessorato all’Istruzione, presenta la terza edizione del Bando per l’assegnazione di contributi ai migliori progetti delle scuole finalizzati alla promozione della salute. “Come nelle due precedenti edizioni – spiega l’assessore alle Politiche per la Salute, Simona Arletti – continuiamo a sostenere quelle scuole che con i loro insegnanti s’impegnano a mettere a punto interventi di educazione stradale, ambientale, mobilità sostenibile e progetti diretti a favorire una corretta alimentazione per prevenire obesità e altre patologie. Quest’anno, però, abbiamo aggiunto una sezione nuova, riservata agli studenti più grandi per coinvolgerli a pieno titolo su un tema che ci riguarda tutti: la lotta all’Aids”. In questo caso, i progetti dovranno riguardare la produzione di uno slogan, quello vincitore, oltre ad essere premiato con un contributo di mille euro, sarà utilizzato per una campagna radiofonica contro l’Aids. La prima sezione del bando continua, invece, ad essere riservata alle scuole primarie e secondarie di primo grado di Modena e, da quest’anno, alle scuole di formazione per l’assolvimento dell’obbligo formativo con sede accreditata nel Comune. In palio, per questa sezione, ci sono dieci contributi del valore di mille e duecento euro ciascuno.

Il bando si inserisce nelle azioni intraprese dal Comune per tutelare e promuovere la salute, realizzando e sostenendo azioni mirate verso l’adozione di sani stili di vita, la prevenzione degli incidenti stradali e il miglioramento dei percorsi d’accesso ai servizi della città. “L’autonomia scolastica non può tradursi in una forma di isolamento, ma è importante che le scuole nell’elaborazione dei Piani dell’Offerta Formativa tengano conto anche delle esigenze del territorio – sottolinea l’assessore all’Istruzione, Adriana Querzè – Il bando segna un punto di convergenza tra gli obiettivi propri dell’Ente locale nella tutela della salute dei cittadini e quelli della scuola di educare a sani stili di vita; è quindi un modo concreto per dare contenuto a questi obiettivi”.

I moduli per la presentazione dei progetti sono reperibili on line all’indirizzo internet Pps Comune Modena. I progetti che intendono partecipare alla prima sezione dovranno pervenire entro il 29 novembre 2008, mentre quelli in concorso per la seconda sezione devono arrivare entro il 18 novembre 2008. Le candidature possono essere consegnate all’Ufficio Politiche per la Salute, via Scudari 20 (orario: 9 -17,30 lunedì, martedì, giovedì; 9-13 mercoledì e venerdì) oppure spedite a mezzo raccomandata o per posta celere, con avviso di ricevimento a: Gabinetto del Sindaco e Politiche della Sicurezze, ufficio Politiche per la Salute via Scudari 20, 41100 Modena.

Potranno essere premiati al massimo due progetti presentati dalla stessa scuola solo se trattano diverse priorità del bando che sono:

1. educazione stradale con riferimento ai comportamenti a rischio per la guida sicura, il rispetto delle norme stradali, l’educazione ambientale e la mobilità sostenibile;
2. corretta alimentazione al fine di prevenire l’obesità e altre patologie correlate anche di natura relazionale.


Per ulteriori informazioni: Ufficio Politiche per la Salute 059 2032963-2520-2606.