Ultimo concerto di TraMonti, domani, alla Pieve di Carpineti





    Raffaello_Simeoni01Lungo la via Francigena”: è il titolo dello spettacolo di Raffaello Simeoni, per chiudere in bellezza la nona edizione di TraMonti, organizzato da Provincia di Reggio Emilia e Ater (Associazione Teatri Emilia-Romagna), che si svolgerà sabato 29 agosto alle ore 17.00 nella Pieve di Carpineti. TRAMONTI ha proposto esibizioni di grandi artisti della scena musicale internazionale, nella cornice inconsueta dei più sorprendenti scenari dell’Appennino reggiano.

    I sei concerti di TRAMONTI svoltisi finora, hanno registrato un notevole successo di pubblico, che si è lasciato affascinare dalle performance degli artisti e dalla scelta di location che hanno toccato i luoghi più belli della montagna reggiana, dalla Pietra di Bismantova, alla Centrale ENEL di Ligonchio, passando per i borghi dell’Alto Appennino, (Vallisnera, Ca’ Ferrari), in sinergia con iniziative rilevanti come ad esempio il Festival delle Città Slow di Felina.

    Anche sabato 29 agosto, alle ore 17.00, in occasione dell’ultimo concerto, il saluto finale della rassegna avverrà proprio in concomitanza con un bel tramonto, come quello visibile dal pianoro dell’antica Pieve matildica di San Vitale di Carpineti, nel cuore della prima montagna reggiana.

    Si arriva a questo monumento di chiara fondazione bizantino-ravennate, già citata in alcuni documenti anteriori al Mille, attraverso il panoramico “Sentiero Spallanzani”, dal quale è possibile ammirare il bellissimo tratto di crinale che parte dal Castello delle Carpinete, una delle strutture più imponenti dell’eredità matildica e la zona del monte Valestra. L’edificio attuale delle pieve, frequente oggetto di restauri, ospita oggi un ostello attrezzato per escursionisti e “pellegrini” moderni.

    E il legame con il territorio non si esprimerà solo attraverso il tramonto, ma anche tramite il messaggio che Simeoni, abile chansonnier della Sabina, porterà avanti con il suo concerto: il misticismo di San Francesco e il viaggio non solo fisico ma spirituale dei pellegrinaggi, che proprio lungo la via Francigena -che dà il titolo all’esibizione- si fondono in melodie e liriche alla riscoperta della musicalità tradizionale italiana, con profonde contaminazioni della world music. Ad accompagnarlo un gruppo di validissimi musicisti tra i quali il percussionista Arnaldo Vacca, i chitarristi Cristiano Califano e Massimo Alviti, il bassista Michele Frontino e tanti amici ancora.

    Il lavoro di Raffaello Simeoni, musicista poliedrico giunto al suo decimo album dopo vent’anni di lavoro ininterrotto, affronta quel che emerge da una lieta ma profonda rievocazione delle tradizioni della Sabina. Suoni ricchi di contaminazioni e melodie contemporanee si intrecciano a questi canti, lirici e sentiti, musicati da strumenti antichi (zampogne, flauti, arpa) e moderni (zampogna midi, batteria, sitar elettrico) attraverso una rilettura sapiente dei testi di letteratura popolare, rivisitati e rielaborati con interventi e brani originali.

    Il concerto si svolge in occasione dell’annuale Fiera di San Vitale, che per una settimana, dal 25 al 31 agosto 2009, anima il paese di Carpineti, il suo Castello e la Pieve.









    Articolo precedenteSottopasso ciclabile Stazione, Consigliere Olivieri: ancora un disastro
    Articolo successivoI nuovi C.A.P. per le sedi di città dell’Automobile Club Modena