Carpi, il centro storico collegato dalla fibra ottica






    computerCompletare ed estendere l’infrastruttura esistente in fibra ottica nel centro storico di Carpi, per garantire il collegamento digitale dei punti individuati come strategici. Questo è il fine del progetto, realizzato grazie al rilevante finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, che punta a ridurre non solo il divario digitale tra le persone, ma a facilitare la diffusione delle iniziative, culturali, sportive, e di qualsiasi tipo, che si svolgono nel cuore della città. Grazie alla professionalità e alla competenza del settore Sistemi Informativi del Comune, oggi la città dispone di una infrastruttura di rete capace di veicolare trasmissioni audio e video degli eventi verso luoghi diversi da quelli nei quali si svolgono, consentendone la fruizione ad un numero maggiore di spettatori, e anche in caso di maltempo. Tale infrastruttura, che può essere definita un’estensione della rete comunale cittadina, un ampliamento del sistema di cablaggio in fibra ottica e della rete elettrica già posata in centro storico per altri progetti tecnologici come la videosorveglianza cittadina, è stata completata con attrezzature hardware e software che permettono la ripresa, la trasmissione e la visualizzazione di contenuti secondo lo standard attuale in Alta Definizione (HD) su fibra ottica. Sono stati acquistati apparati come telecamere digitali, personal computer, schermi in formato 16:9 e teli per proiezione e retroproiezione di grandi dimensioni, proiettori di immagini digitali e ottiche per gli zoom grandangolari. Il sistema è stato sperimentato ed impiegato con successo durante le edizioni 2008 e 2009 del Festival della Filosofia, attraverso la trasmissione di alcune lezioni magistrali dalle piazze della città al Teatro Comunale, che per l’ottima qualità delle infrastrutture allestite e per la capienza rappresenta l’edificio cittadino che meglio si presta ad ospitare eventi di questo genere.

    “E’ un traguardo importante – commenta l’assessore ai Servizi Informativi Cinzia Caruso – sulla strada dell’arricchimento del patrimonio infrastrutturale e tecnologico della città: mentre il Governo taglia i fondi per gli investimenti sulla banda larga il Comune di Carpi, con le sole risorse del territorio, interviene ed amplia la possibilità di comunicazione, informazione e intrattenimento per i cittadini, mettendo in rete le piazze e i luoghi più suggestivi del centro storico”.









    Articolo precedenteDomenica 15 novembre a San Martino in Rio tutto è pronto per la rievocazione…e tanto altro!
    Articolo successivoFS: dal 16 novembre le prevendite biglietti per il nuovo orario