Home Modena Modena: dal 7 gennaio 14 ambulatori specialistici lasciano il poliambulatorio di via...

Modena: dal 7 gennaio 14 ambulatori specialistici lasciano il poliambulatorio di via del Pozzo

Più prossimi alle attività cliniche e accanto ai reparti del Policlinico, una delle strutture sanitarie di riferimento per la popolazione modenese, per facilitare gli utenti e garantire servizi e prestazioni ancora più sicuri e migliori. E’ con questo intento che da giovedì 7 gennaio ben 14 ambulatori specialistici che ricevevano presso il Poliambulatorio di via del Pozzo lasceranno quel complesso per stabilirsi in uno spazio più funzionale e consono al tipo di attività che sono chiamati ad offrire.

L’operazione di trasferimento, che si sta concludendo in queste ore, riguarderà molti degli ambulatori gestiti dai reparti dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena, che ha destinato alle loro necessità l’area dell’ex Reparto Rianimazione del Policlinico, una superficie a piano terra – alla destra dell’ingresso principale – che si sviluppa longitudinalmente per 550 mq. I lavori, che hanno richiesto una rimodulazione della suddivisione interna, il rifacimento dei controsoffitti e di parte della pavimentazione, oltre ad altre opere elettriche ed idrauliche, si sono protratti per tre mesi ed hanno comportato una spesa di circa 270 mila euro.

Gli ambulatori sistemati nei nuovi locali dell’ ex Rianimazione del Policlinico e che quindi da giovedì 7 gennaio effettueranno le visite su appuntamento solo ed esclusivamente negli spazi del corpo centrale del Policlinico sono: nefrologia – reumatologia – gastroenterologia – cardiologia – tossicologia – anestesia I e II – chirurgia toracica – chirurgia plastica – chirurgia vascolare – chirurgia 1 – chirurgia 2 – otorinolaringoiatria – ematologia – medicina 1.

La cosa più interessante di questo gruppo di nuovi ambulatori, e da cui trarranno beneficio soprattutto i pazienti, è che è stato realizzato un sistema di chiamata basata su telefono. In pratica da ogni ambulatorio, utilizzando il normale telefono in dotazione, è possibile convocare nel pieno rispetto della privacy, grazie ad un sistema di amplificazione e diffusione presente nei corridoi e negli ambienti pubblici, gli utenti in attesa ai rispettivi servizi.

“Credo che questo trasferimento – ha commentato il Direttore Sanitario dottor Maurizio Miselli – possa segnare un altro importante passo avanti nel processo di miglioramento ed adeguamento delle strutture del Policlinico e dei servizi resi agli utenti modenesi. I vantaggi, specie sul piano prestazionale, si vedranno certamente più avanti, ma intanto si può dire che a livello di sicurezza e comfort gli utenti avranno modo di apprezzare questa decisione”.