Home Appuntamenti Nonantola: gli Jashgawronsky Brothers presentano Radio Armeniac

Nonantola: gli Jashgawronsky Brothers presentano Radio Armeniac



Giovedì 25 febbraio 2010 alle ore 21 al Teatro Troisi di Nonantola per Musica Ridens, la tradizionale rassegna di satira tagliente in chiave musicale ideata da Officine Musicali di Nonantola, a partire da questa edizione con la collaborazione de La Corte Ospitale, gli Jashgawronsky Brothers presentano il loro nuovo lavoro: Radio Armeniac, washing sound machine from dirty space!

Radio Armeniac è uno show dove la musica e il circo si incontrano per dare vita ad un’ora e mezza di comicità moderna, giocoleria, acrobazie ed un tocco di sensualità.

Gli Jashgawronsky Brothers sono tra gli inventori del genere musicale più strano del mondo, la musica da riciclo: usando strumenti inventati con materiali di uso comune, riescono ad ottenere suoni incredibili e fare musica con scope, imbuti, barattoli, cucchiai. Dopo aver esplorato i “suoni” della cucina nello spettacolo Broom, Brush, Crash, eccoli pronti ad affrontare il mondo della lavanderia: batteria stendino, lavatrici a contrabbasso, ferri da stiro fumanti e molto altro.

Questa band atipica ed esilarante ha suonato in Brasile, Messico, Giappone e nei più importanti festival di tutta Europa. Ora, in occasione del loro decimo anniversario, sono passati da tre elementi a sei.

Il biglietto di ingresso per gli appuntamenti di Musica Ridens è di 5 euro; riduzioni a 3 euro per soci coop, soci La Clessidra, iscritti alla biblioteca di Nonantola e iscritti ai corsi di Officine Musicali.

La rassegna prosegue con la prosa, il 6 marzo con Alessandro Haber in Haber e i poeti, un omaggio a Charles Bukowsky. Il prossimo appuntamento di Musica Ridens è il 18 marzo con il Quartetto Euphoria.

Per tutti gli appuntamenti è consigliata la prenotazione: tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00 presso l’Ufficio Cultura del Comune di Nonantola: Tel. 059 896650, e-mail.

Per informazioni: La Corte Ospitale, Tel. 0522 621133, e-mail, Corte Ospitale.

Articolo precedenteCasalgrande: ieri sera l’incontro conclusivo di ‘Il punto, noi e a capo. Crediamoci!’
Articolo successivoModena, Consiglio comunale sui finanziamenti ai Gruppi consiliari