Home Reggio Emilia Bellacoopia: il sindaco Delrio ha incontrato gli studenti della 3ª D dell’Ariosto-Spallanzani

Bellacoopia: il sindaco Delrio ha incontrato gli studenti della 3ª D dell’Ariosto-Spallanzani

Nell’ambito del progetto Bellacoopia Impresa, promosso da Legacoop, il sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio, ha incontrato gli studenti della classe 3ª D dell’Istituto Ariosto-Spallanzani.

Bellacoopia è una iniziativa di Legacoop Reggio Emilia nata per trasmettere ai giovani i valori di socialità, mutualità, imprenditorialità, impegno civile attraverso la conoscenza dell’esperienza cooperativa. Bellacoopia ha coinvolto fino ad oggi oltre 3.000 studenti. La sezione “Bellacoopia Impresa” è rivolta agli studenti delle scuole superiori: ogni classe partecipante deve sviluppare una idea imprenditoriale simulando la costituzione di una cooperativa virtuale, con riferimento agli aspetti societari, all’analisi di mercato, al piano economico finanziario, al piano di comunicazione.

L’incontro della 3ª D con il sindaco Delrio è stata l’occasione per approfondire le tematiche della sostenibilità ambientale, della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente e della valorizzazione delle fonti rinnovabili. Il progetto della classe dell’Arisoto-Spallanzani prevede infatti la costituzione di una cooperativa virtuale, attraverso cui gli studenti possano simulare la creazione di una struttura imprenditoriale in grado di operare sul mercato secondo logiche orientate alla sostenibilità economica e patrimoniale. In particolare l’idea progettuale comporta la realizzazione di una cooperativa operante nel campo della ricerca applicata alla riconversione edile in ottica ambientalista, ovvero incentrata sulla riduzione delle dispersioni termiche e sull’ottimizzazione nell’utilizzo delle fonti energetiche.

Alla “lezione” del sindaco Delrio, che si è dimostrata di grande interesse per gli studenti che già da dicembre sono impegnati a realizzare il piano di impresa, erano presenti l’insegnante della 3ª D Lorenzo Capitani, che sta seguendo il progetto, e il “tutor cooperativo” Matteo Pellegrini di Legacoop Reggio Emilia.