Novellara: martedì 28 maggio al Teatro “Franco Tagliavini” si terrà il concerto di Foursome e Cabeki






    FoursomeI Foursome, atipico organico formato da Simone Copellini (tromba), Federico Pierantoni (trombone), Giulio Stermieri (hammond) e Riccardo Frisari (batteria), realizzano un equilibrio unico di partiture ed improvvisazione, tra jazz, rock, contemporanea ed elettronica (www.foursomemusica.com).

    La data di Novellara chiude la prima fase dell’attività del quartetto, che li ha visti proporre in jazz club e teatri del Nord Italia le composizioni originali contenute in Guuguubarra, loro primo EP. Quella con Cabeki è solo l’ultima delle collaborazioni con importanti personalità musicali, tra cui Piero Bittolo Bon a Venezia. Sebbene interamente autoprodotti ed autoediti da SopraToni Edizioni, i Foursome sono stati trasmessi da emittenti nazionali (Battiti di Radio3) riscuotendo anche ottime recensioni dalla critica di settore: Aldo Gianolio (Musica Jazz) ha parlato di “un’inventiva di scrittura e organizzativa che rendono fresca e inedita la musica. Tutti suonano ottimamente, trovandosi a memoria nel disegnare linee vigorose, pulite, dirette, a tratti sfrontate.”

    Il singolo che anticipa il secondo lavoro, già presentato il 13 dal vivo a Maps di Radio Città del Capo, sarà eseguito in occasione della serata del 28.

    Nel primo set, e in un brano con i Foursome, si esibirà Andrea Faccioli, polistrumentista e compositore veronese con già due album all’attivo: presenterà il suo progetto solista Cabeki, elogiato dalla critica e ospite del programma Piazza Verdi (Radio Tre Rai). Cabeki è una sequenza di ambientazioni sonore e paesaggi, dal Mississippi al Marocco, dal post rock al blues, dalla musica da camera e all’elettronica minimale (www.cabeki.com).

    Biglietti da 13.00 a 15.00 euro con agevolazioni per soci Coop, Carta Giovani e soci Nove Teatro. Prevendite presso biblioteca ed ufficio teatro.

     









    Articolo precedente“Una città per guardare al futuro”, domenica a Mirandola incontro promosso da Rete Terre Mosse insieme a Microcredito
    Articolo successivoDomani, venerdì 17, il saggio finale della Scuola Alberghiera e di Ristorazione di Serramazzoni