Home Cronaca Modena, sicurezza nel capoluogo: il Prefetto dispone controlli straordinari

Modena, sicurezza nel capoluogo: il Prefetto dispone controlli straordinari

Michele-Di-BariNella mattinata odierna, il Prefetto di Modena, Michele di Bari,  ha presieduto una Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di polizia, indetta nel quadro delle periodiche valutazioni sullo stato della sicurezza in città, con particolare attenzione anche a quei fenomeni di disturbo e disordine urbano che sono in grado di turbare la tranquillità e la serenità dei cittadini divenendo fonte di allarme tra la popolazione.

Preliminarmente è stata effettuata una disamina statistica  e comparata dell’andamento dei fatti criminosi, riferiti al Capoluogo, che vengono costantemente tenuti sotto osservazione.

In modo specifico, avvalendosi del contributo di conoscenza del territorio fornito dai Responsabili dei singoli Corpi di polizia, sono state prese in considerazione quelle aree della città di Modena che vengono ritenute maggiormente esposte ad episodi di criminalità, allo scopo di orientare mirate azioni di contrasto e atte a mitigare le situazioni di criticità evidenziate.

Al riguardo, è stato disposto dal Prefetto un preciso programma straordinario di interventi coordinati da parte di tutte le Forze di polizia, in cooperazione anche con la Polizia Municipale, e con l’impiego di unità cinofile messe a disposizione dalla Guardia di Finanza, indirizzati principalmente nei quartieri dove più alta si registra la preoccupazione ed il disagio dei residenti.

Al generale dispositivo di presidio così strutturato, non farà mancare il suo contributo il Corpo Forestale dello Stato, che svolgerà una capillare azione di controllo all’interno dei parchi cittadini dove pure sono registrati episodi di illegalità, legati soprattutto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Le Forze di polizia opereranno singolarmente, ovvero in forma coordinata e interforze, secondo strategie definite in sede tecnica, e si avvarranno anche di reparti aggregati temporaneamente, come il “Reparto Prevenzione Crimine” della Polizia di Stato, o la “Compagnia di Intervento Operativo” dell’Arma dei Carabinieri.

I Vertici delle Forze di polizia hanno assicurato il massimo impegno per fronteggiare le espressioni di illegalità che turbano la tranquillità e la quiete dei cittadini compiendo ogni sforzo per reprimere efficacemente ogni manifestazione contraria alle regole ed alla pacifica  convivenza.