Home Modena All’archivio storico di Modena si rinnova l’appuntamento con “Quante storie nella storia”

All’archivio storico di Modena si rinnova l’appuntamento con “Quante storie nella storia”

Mercoledì 8 e giovedì 9 maggio, all’Archivio storico comunale di Modena al primo piano di Palazzo dei Musei in largo Sant’Agostino, si rinnova l’appuntamento con “Quante storie nella storia”, la manifestazione che dà occasione di valorizzare il patrimonio degli archivi emiliano romagnoli per accrescere la consapevolezza dell’importanza dell’archivio come bene culturale e memoria storica collettiva.

Le attività di mercoledì e giovedì all’Archivio storico del Comune di Modena, che presentano i frutti del lavoro con le scuole modenesi sono aperte e rivolte sia agli adulti sia ai giovani, con la collaborazione di rappresentanze degli istituti che hanno partecipato ad attività didattiche proposte nel corso dell’anno scolastico 2018-2019.

Si incomincia mercoledì 8 maggio alle 15 con un appuntamento collegato alla mostra “1948 Italia al bivio. Verità e menzogne di una Repubblica inquieta”, realizzata in occasione del 70° anniversario delle elezioni politiche del 1948 da Archivio storico comunale e biblioteca Poletti, a cura di Franca Baldelli e Maria Elisa Della Casa, per entrare nei meccanismi della propaganda e comprenderli storicamente. Sarà Daniel Degli Esposti, esperto di public history, a illustrare ai docenti l’attività didattica ideata insieme a Paola Gemelli e proposta alle scuole superiori in occasione della mostra: un modulo didattico articolato dapprima in un trekking storico narrativo attraverso i luoghi significativi della città, affinché gli studenti potessero scoprire la declinazione modenese di quella campagna elettorale,

per proseguire in una visita guidata alla mostra presso la sede degli istituti.

All’incontro è prevista la partecipazione della professoressa Alessandra Muratori Casali, con una rappresentanza di alunni della quinta C del Liceo Scientifico delle Scienze Applicate Corni, che racconteranno la loro esperienza. Infine, verrà presentato in anteprima un catalogo multimediale che, già dal prossimo settembre, renderà possibile ai docenti e agli alunni continuare a fruire dei contenuti tracciati nel percorso didattico, con approfondimenti e apparati iconografico documentari.

Giovedì 9 maggio alle 15 si svolge “Storia facendo. Antiche tradizioni modenesi”.

Nell’occasione l’Archivio Storico comunale, accanto ai percorsi già inseriti nel circuito degli Itinerari scuola-città coordinati dal centro multieducativo MeMo, presenta alcuni laboratori, a cura di Archimedia, progettati per soddisfare specifiche richieste degli insegnanti delle scuole modenesi di ogni ordine e grado. Attraverso testimonianze documentarie, sono state condotte ricerche su usanze secolari come, ad esempio, la produzione di Aceto Balsamico e i festeggiamenti per San Geminiano, patrono di Modena.

Sempre giovedì 9 maggio ma alle 16,30 si presenta il laboratorio di storia “Una vita sul fiume. La figura del pontiere dal Medioevo ai giorni nostri”, svolto con la quinta A, della scuola primaria Ciro Menotti di Villanova con la guida dell’insegnante Paolo Zanni. Una passeggiata in bicicletta lungo gli argini del Secchia ha suscitato domande e curiosità circa l’utilizzo delle vie fluviali nell’antichità. Partendo dalle informazioni raccolte dagli studenti e dal maestro, è stato costruito un percorso a ritroso nel tempo che ha portato i ragazzi a costruire un racconto storico su alcuni avvenimenti del passato narrati dalle cronache cittadine, che all’incontro verrà letto dalla viva voce degli alunni.

La sede di tutti gli incontri è l’Archivio Storico del Comune di Modena a Palazzo dei Musei in largo Sant’Agostino al primo piano (info: tel. 059 2033450 – 2033454 – www.comune.modena.it/archivio-storico).