Home Scandiano Scandiano: tariffe nidi ridotte, da 2 a 4 mesi gratis

Scandiano: tariffe nidi ridotte, da 2 a 4 mesi gratis

Fino al 40% di riduzione delle rette dei nidi d’infanzia A. Leoni e Girasole, nonché allo spazio bimbi Tiramolla, dai due ai quattro mesi all’anno gratuiti. Lo ha deciso il Comune di Scandiano attraverso l’adesione alla misura sperimentale che la Regione Emilia Romagna ha approvato, “Al nido con la Regione”, e che ha come l’obiettivo dichiarato il sostegno economico alle famiglie, con attestazione ISEE non superiore ai 26.000 €, attraverso un significativo abbattimento delle tariffe legate ai servizi educativi 0/3 anni.

Per l’anno scolastico 2019/2020 la Regione ha destinato 18,5 milioni di euro ai Comuni che, con l’adesione al progetto, si impegneranno ad una ridefinizione del proprio sistema tariffario dei servizi di Nidi d’Infanzia.

L’amministrazione comunale scandianese, che ha previsto il pieno utilizzo dei fondi a favore delle famiglie, ha scelto una significativa riduzione delle tariffe con una particolare attenzione ai nuclei con redditi medio bassi.

“Sono circa 115 i nuclei famigliari scandianesi interessati da queste misure – ha spiegato l’assessore alla scuola Elisa Davoli -, si tratta di circa 80 famiglie dei nidi oltre alle 35 degli spazi bimbi Tiramolla. Una scelta di cui ringraziamo in primis la Regione che ci ha permesso di mettere in atto fin da subito misure di cui siamo molto orgogliosi”.

Nel dettaglio queste le riduzioni previste per le famiglie con bambini che frequentano i nidi Leoni e Girasole

  • una riduzione del 40% per le fasce ISEE comprese fra € 0,00 e € 10.500,00
  • una riduzione del 30% per le fasce ISEE comprese fra € 10.500,01 e € 16.000,00
  • una riduzione del 20% per le fasce ISEE comprese fra € 16.000,01 e € 26.000,00

Per le famiglie con bambini frequentanti gli Spazi Bambini Tiramolla 1/2/3

  • una riduzione del 30% per tutte le fasce ISEE comprese fra € 0,00 e € 26.000,00.

Queste percentuali equivalgono ad un beneficio per le famiglie che, a seconda dei casi, corrisponde da un minimo di due fino ad un massimo di quattro mensilità gratuite sulle dieci di calendario.

Inoltre il Comune ha previsto che eventuali economie nell’utilizzo dei fondi regionali vengano utilizzate per un ulteriore abbattimento percentuale delle rette a favore delle famiglie aventi diritto nel momento di emissione delle fatture relative ai mesi di maggio e giugno 2020 per arrivare al pieno utilizzo delle risorse stanziate dalla Regione Emilia-Romagna.