Home Carpi Sotto la ruota la marijuana: un carpigiano ed un reggiano denunciati a...

Sotto la ruota la marijuana: un carpigiano ed un reggiano denunciati a Rio Saliceto



Fermato per un controllo alla guida di un’auto con a bordo due amici, ignari di tutto, ha evidenziato segnali di preoccupazione. Una condotta sospetta quella di un giovane 20enne che ha indotto i carabinieri della pattuglia in forza alla stazione di Campagnola Emilia ad approfondire i controlli. Nel vano bagagliaio, sotto la ruota di scorta, i militari hanno rinvenuta una bustina con una trentina di grammi di marijuana, dichiaratamente ceduta poco prima al 20enne da un conoscente di Rio Saliceto, a sua volta finito nei guai. Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Stazione di Campagnola Emilia hanno quindi denunciato alla Procura della Repubblica il 20enne di Carpi a cui i militari hanno sequestrato la marijuana e uno smartphone contenente una conversazione che rimandava alla compravendita appena avvenuta poco prima.

I militari sono quindi risaliti anche all’altro interlocutore, un 38enne di Rio Saliceto, risultato essere colui che avrebbe ceduto poco prima al carpigiano lo stupefacente rinvenuto per 200 euro. A quest’ultimo, i Carabinieri hanno sequestrato lo smarthpone per gli ulteriori accertamenti di competenza in relazione ai contatti avuti con il giovane di Carpi.

L’origine dei fatti l’altra sera quando una pattuglia dei carabinieri di Campagnola, durante un servizio di perlustrazione, transitando nei pressi della Via Dei Grilli di Rio Saliceto (strada sterrata in zona periferica di aperta campagna) notava la presenza di un auto ferma che ripartiva alla vista dei carabinieri venendo quindi fermata. A bordo tre giovani con il conducente che, durante i controlli palesava preoccupazione tanto da indurre i militari ad approfondire i controlli. L’ attività di ispezione che seguiva portava al rinvenimento di una busta di plastica trasparente contenente 30 grammi di marijuana rinvenuta nel bagagliaio, occultata sotto il pannello di copertura della ruota di scorta del veicolo. In caserma, dove i tre venivano condotti, i carabinieri di Campagnola Emilia, da un esame speditivo dei rispettivi cellulari rilevavano in quello del 20enne di Carpi una interessante conversazione whatsapp, fatta di messaggi scritti e vocali, che rimandava alla cessione dello stupefacente rinvenuto. Identificato l’interlocutore, in un 38enne di Rio Saliceto, i carabinieri andavano a fargli “visita” dando corso a una perquisizione domiciliare che si concludeva con esito negativo, come quella eseguita nell’abitazione del carpigiano. Al 38enne tuttavia i carabinieri sequestravano lo smartphone trovato in sua disponibilità, in quanto corrispondeva alla numerazione rilevata nella conversazione sullo smaretphone del carpigiano. Alla luce di quanto accertato i il 20enne di Carpi e il 38enne di Rio Saliceto venivano denunciati rispettivamente per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Nessuna conseguenza per i due giovani in compagnia del carpigiano risultati estranei all’illecita attività.

Articolo precedenteClima e l’Ambiente: due iniziative dei ragazzi di Fridays For Future
Articolo successivoFriday for future, Avis investe su ambiente e futuro