Home Rubiera Rubiera, la Casa della Salute amplia la sua offerta

Rubiera, la Casa della Salute amplia la sua offerta

La Casa della Salute di Rubiera amplia l’offerta di servizi rivolti alla popolazione di riferimento. Sono appena stati completati, infatti, i lavori di sistemazione del primo piano della struttura. Nei nuovi spazi troveranno posto, da lunedì 30 settembre, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta. Il completamento della struttura di via De Gasperi, 1 consolida il ruolo di riferimento sanitario e facilita, al suo interno, il lavoro di squadra di medici, infermieri, specialisti in particolare nella gestione di patologie croniche a più alta prevalenza e nella presa in carico di situazioni di fragilità. Quella di Rubiera è una delle undici Case della Salute attualmente attive nella provincia di Reggio Emilia. Situata in un’area organizzata facilmente accessibile e con ampi parcheggi dove trovano spazio anche le sedi del volontariato che opera per la salute della cittadinanza CRI, AVIS, AIDO, AUSER, il Centro Sociale e laboratori dell’Unione dei Servizi Sociali a sostegno dell’infanzia e dell’adolescenza. Al suo interno sono attivi: al piano terra il CUP, il Centro prelievi, la Neuropsichiatria infantile, diversi ambulatori specialistici, l’ambulatorio Salute donna; al primo piano gli studi di 7 medici di medicina generale, l’ambulatorio infermieristico, la segreteria-accettazione con il servizio di prenotazione delle visite e accertamenti specialistici (medicup), gli studi dei pediatri di libera scelta e l’ambulatorio di neuropsichiatria infantile. E’ presente inoltre una sala aperta ai sanitari e alle associazioni di volontariato che vogliano organizzare incontri di informazione o educazione alla salute rivolti alla popolazione o gruppi a rischio per particolari patologie. Le Case della Salute rappresentano un nuovo modello organizzativo che supera il concetto di poliambulatorio con l’obiettivo non solo di curare, ma di “prendersi cura” della persona. Nelle Case si concretizzano le funzioni di prevenzione, continuità dell’assistenza e gestione delle patologie croniche che non richiedono cure ospedaliere. Questo tipo di organizzazione consente di offrire risposte complete e concrete ai bisogni di salute e assistenza dei cittadini e fa si che possano essere garantiti interventi di grande valore. All’interno delle Case della Salute si possono realizzare la presa in carico di patologie croniche; interventi di promozione della salute con incontri con le associazioni di volontariato e le rappresentanze del territorio volti a favorire stili di vita salutari e un lavoro con la comunità in cui i cittadini non sono considerati come semplici utilizzatori di servizi, ma protagonisti nella definizione di obiettivi di salute e benessere per tutti. Ecco i nomi dei medici e dei pediatri che hanno scelto di organizzarsi in medicina e pediatria di gruppo all’interno della Casa della salute per sperimentare una nuova modalità di operare per la cittadinanza: Bertani Dario, Taglia Franco, Gianfranceschi Gianluca; Carlotti Alessandra; Bolondi Monia, Nascia Stefano, Bertolini Giulio e ai Pediatri Corradini Cristina, Mastronardi Giulia, Botti Laura.