Home Ambiente Torna a Modena, Sassuolo e Pavullo la Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica

Torna a Modena, Sassuolo e Pavullo la Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica

Dopo il successo della prima edizione, torna domenica 20 ottobre in tutta Italia la ‘Giornata Nazionale della prevenzione sismica’: l’iniziativa – promossa dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri, dal Consiglio Nazionale degli Architetti e dalla Fondazione Inarcassa – si propone di diffondere tra i cittadini la cultura della prevenzione, accrescere la conoscenza del rischio sismico del territorio, avviare un concreto miglioramento delle condizioni di sicurezza del patrimonio immobiliare del nostro Paese.

Anche per la seconda edizione della Giornata Nazionale della prevenzione sismica saranno organizzati, a cura degli Ordini provinciali degli Architetti e degli Ingegneri, centinaia di punti informativi nelle piazze delle principali città italiane: anche in provincia di Modena sono previste iniziative di carattere scientifico ed informativo, rivolte sia al grande pubblico sia agli addetti ai lavori.

In particolare, saranno allestiti tre punti informativi dalle ore 10 alle ore 18 a Modena (Sala Europa, piazza Grande), Sassuolo (via C. Battisti) e Pavullo (piazza Borelli), dove Ingegneri ed Architetti, professionisti esperti in materia, saranno a disposizione dei cittadini per spiegare in modo chiaro il rischio sismico, le variabili che possono incidere sulla sicurezza di un edificio (modalità costruttive, area di costruzione, normativa esistente al momento dell’edificazione, eccetera) e le agevolazioni fiscali (Sisma Bonus ed Eco Bonus) disponibili per migliorare la sicurezza delle abitazioni a costo quasi zero. A Modena, presso la Sala Europa di Piazza Grande, sarà visitabile una mostra fotografica sul rischio sismico e verrà allestita una tavola vibrante (simulatore in scala degli effetti del terremoto sugli edifici), in collaborazione con gli Istituti Tecnici per Geometri “G. Guarini” (Modena), “G. Galilei” (Mirandola) ed “Aldini-Valeriani” (Bologna).

Sarà inoltre possibile per i cittadini prenotare visite tecniche gratuite a domicilio, con le quali Ingegneri ed Architetti esperti effettueranno una prima valutazione dello stato di rischio dell’edificio ed illustreranno i possibili interventi migliorativi e le soluzioni finanziarie attivabili da parte dei proprietari. Le visite prenotate saranno poi effettuate a partire dal 1 novembre. Nell’ambito della prima edizione del 2018 sono state effettuate in provincia di Modena oltre 120 visite gratuite, grazie alla disponibilità di circa 60 professionisti abilitati, tra Ingegneri ed Architetti.

La Giornata Nazionale della prevenzione sismica è realizzata in collaborazione con ANCE-Associazione Nazionale Costruttori Edili e vede il supporto scientifico del Consiglio superiore dei Lavori pubblici, del Dipartimento Protezione civile, della Conferenza dei Rettori Università Italiane, della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria sismica e dell’ENEA. Nel 2018 l’iniziativa ha ricevuto la Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica, ed ha visto iniziative in oltre 500 città, coinvolgendo circa 7.000 professionisti. In ambito locale altri partner del progetto sono ANACI-Associazione nazionale amministratori condominiali ed ASSPPI-Associazione sindacale piccoli proprietari immobiliari.

***

(foto: la presentazione delle iniziative previste in provincia di Modena è stata oggetto di una conferenza stampa realizzata questa mattina, alla presenza di Gabriele Giacobazzi, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Modena; Anna Allesina, Presidente dell’Ordine degli Architetti di Modena ed Andrea Bosi, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Modena)