Home Ambiente A Reggio il Comune coinvolge i cittadini per costruire una mobilità nuova:...

A Reggio il Comune coinvolge i cittadini per costruire una mobilità nuova: al via il progetto ‘Move on green’

Il Comune di Reggio Emilia rafforza l’impegno per lo sviluppo di una mobilità sostenibile con il progetto “Move on green”, un gruppo permanente di ascolto composto da cittadini con cui il Comune si confronterà per discutere e verificare insieme le scelte relative a quest’ambito.

Il Comune di Reggio Emilia da anni è impegnato nello sviluppo di strategie, politiche e azioni mirate a ridurre l’impatto ambientale del sistema della mobilità, diminuire la congestione del traffico e aumentare la sicurezza e la qualità urbana delle strade. Le azioni a supporto della mobilità attiva negli ultimi 10 anni hanno fatto registrare una significativa riduzione dell’utilizzo dell’auto (-10,4%) in favore prevalentemente dell’uso della bicicletta (+8,9%) e, in misura minore del trasporto pubblico (+1,4%). Con il Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums) – documento strategico adottato nell’aprile 2019 dalla Giunta comunale per pianificare le azioni finalizzate a promuovere modalità alternative all’uso dell’auto privata negli spostamenti in città ed ora in fase di divulgazione e approfondimento conclusivo per essere approvato – Reggio Emilia si è dotata di uno strumento che sposta il centro dell’attenzione dal traffico ponendolo sulle persone, assumendo come prioritari e prevalenti gli obiettivi di sostenibilità (equità, sicurezza, inclusione sociale, ambiente, efficienza economica). La partecipazione diventa in quest’ottica una componente essenziale per la realizzazione di politiche di mobilità sostenibile efficaci per l’ambiente, ma anche in linea con le esigenze dei cittadini.

Il campione rappresentativo di cittadini, selezionato sulla base di una metodologia statistica, sarà coinvolto su una prima sperimentazione finalizzata alla raccolta di dati effettuata con modalità innovative, sui comportamenti di mobilità a piedi e in bicicletta. Il progetto – che vede Reggio Emilia affiancata in ambito europeo da altre città, come Dresda, Trondheim e Copenaghen – prevede anche l’adesione delle associazioni di categoria del commercio cittadino, a sostegno di un approccio partecipativo nella definizione delle politiche di mobilità sostenibile e al fine di promuovere e diffondere l’iniziativa.

HANNO DETTO – “Move on green” è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte l’assessora a Politiche per la sostenibilità Carlotta Bonvicini, Alberto Merigo del servizio Mobilità e Progetti speciali del Comune di Reggio Emilia e Susanna Ferrari del servizio Ambiente. Erano inoltre presenti Monica Maioli di Confesercenti e Alessandro Grande di Confcommercio.

“Alla base di questo nuovo progetto sul tema della mobilità sostenibile – ha detto l’assessora Carlotta Bonvicini – ci sono il confronto e il dialogo costante con i cittadini: come Amministrazione abbiamo infatti deciso di dotarci di strumenti che favoriscano la partecipazione per sviluppare azioni ancora più incisive e utili al fine di migliorare sul piano della sostenibilità gli spostamenti in città. L’invio di queste prime diecimila lettere ai cittadini per la costituzione di un campione rappresentativo è il primo atto di un percorso che proseguirà nei prossimi anni. Questa prima fase vede la collaborazione delle associazioni di categoria dei commercianti, con i quali abbiamo aperto un dialogo per ipotizzare, fra l’altro, una premialità rispetto ai partecipanti a questo progetto. In futuro non escludiamo di estendere il coinvolgimento ad altre organizzazioni datoriali. Lavoreremo infine ad un percorso congiunto in accordo con le amministrazioni dei comuni reggiani per elaborare strategie più strutturali e sinergiche in tema di mobilità sostenibile”.

LA RACCOLTA DATI PER IL MONITORAGGIO DEGLI SPOSTAMENTI – La prima azione dell’iniziativa “Move on Green” prevede di informare i cittadini circa la possibilità di supportare l’Amministrazione in una attività di raccolta di dati sui comportamenti di mobilità. Al fine di raggiungere un campione statisticamente rappresentativo, tenuta presente la popolazione residente del Comune di Reggio Emilia, nei prossimi giorni sarà attivata una campagna di coinvolgimento che prevede l’invio di una lettera a circa 10.000 cittadini e famiglie residenti per informarli della sperimentazione: i destinatari della comunicazione troveranno tutte le informazioni nella lettera e sul sito internet www.comune.re.it/nuoveideeincircolazione. In seguito alla raccolta delle adesioni, sarà costituito il campione rappresentativo di cittadini, che sarà invitato a scaricare sul proprio cellulare l’applicazione TravelVu, sviluppata nell’ambito del progetto europeo TravelViewer, in grado di rilevare gli spostamenti effettuati e i mezzi di trasporto. Tra tutti coloro che parteciperanno a “Move on green” e completeranno la prima attività di rilevazione degli spostamenti quotidiani verranno estratti premi come ringraziamento per la partecipazione, anche grazie all’eventuale coinvolgimento di aziende e organizzazioni.

UN QUESTIONARIO SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI – Il confronto e l’ascolto dei cittadini sono state le modalità scelte dall’Amministrazione comunale non soltanto sul tema della mobilità sostenibile, ma anche su quello dei cambiamenti climatici: è infatti on line fino a metà gennaio il questionario “Adattamento ai cambiamenti climatici, cosa ne pensano i cittadini?” ideato dal Comune di Reggio Emilia per capire la percezione, la conoscenza e l’interesse che i cittadini di Reggio Emilia sul tema dei cambiamenti climatici. Il sondaggio, facilmente compilabile in circa 10 minuti, vuole sia fa riflettere i reggiani sulle trasformazioni ambientali in corso, con riferimento a problemi per le città e le persone che temperature e fenomeni atmosferici anomali portano con sé, sia coinvolgere i partecipanti nella “Strategia di adattamento ai cambiamenti climatici di Reggio Emilia” che il Comune intende adottare nei prossimi mesi. In coda al questionario viene infatti chiesto ai cittadini se desiderano essere contattati per prendere parte a un confronto rispetto alle misure da mettere in campo per contenere gli effetti del cambiamento climatico. La redazione della ‘Strategia locale di adattamento ai cambiamenti climatici’ è un importante azione in linea con le politiche climatiche dell’ente e con la recente approvazione da parte del Consiglio comunale della mozione sull’emergenza climatica e ambientale.

Il questionario è stato redatto dal servizio Mobilità, ambiente e progetti speciali del Comune di Reggio Emilia in collaborazione con l’Università di Venezia Iuav (partner del progetto Urbanproof) e in particolare modo con il gruppo di lavoro “Planning Climate Change Lab”. È disponibile all’indirizzo www.comune.re.it/cambiamenticlimatici

È dal 2009 che il Comune di Reggio Emilia è impegnato sul tema dei cambiamenti climatici attraverso l’adesione al Patto dei sindaci e al Mayors Adapt (dal 2015). Il Comune è inoltre partner del progetto Life “UrbanProof” sui temi dell’adattamento insieme all’Università Iuav di Venezia e ad enti e città cipriote e greche. Il progetto “UrbanProof” ha l’obiettivo di supportare le città partner nel processo di adattamento ai cambiamenti climatici, dotandole di uno strumento web che guida lo sviluppo delle strategie locali e identifica le vulnerabilità e le azioni di adattamento, promuovendo la consapevolezza pubblica sul tema.