Home Bassa reggiana Piena Po, mirati servizi anti sciacallaggio anche da parte della Polizia di...

Piena Po, mirati servizi anti sciacallaggio anche da parte della Polizia di Stato

L’emergenza legata al rischio di esondazione del fiume Po ha costretto 81 famiglie residenti nella frazione Ghiarole del Comune di Brescello (Re) (218 persone) e dalla Golena del Comune di Luzzara (Re) (20 persone) ad abbandonare le proprie abitazioni a scopo precauzionale.

La Questura di Reggio Emilia, anche a seguito delle determinazioni assunte dal Centro Unificato Provinciale costituitosi in Prefettura, ha pertanto predisposto mirati servizi anti sciacallaggio nelle aree interessate dall’evacuazione mediante l’impiego di personale dipendente, integrato da equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Emilia Romagna e da pattuglie della Polizia Stradale.
I servizi anti sciacallaggio, attuati per tutte le giornate interessate dall’emergenza, e che sono tuttora in corso, hanno visto l’impiego permanente sul posto di Funzionari di Polizia i quali in stretto raccordo con il Questore dott. Sbordone o con il suo Vicario, dott. Salmeri, hanno coordinato le operazioni di pattugliamento ed assistenza alla popolazione mediante l’impiego di circa 50 unità al giorno, che hanno pattugliato incessantemente le aree interessate dall’emergenza.
I servizi predisposti, oltre a garantire l’attività di anti sciacallaggio sono serviti anche per fornire alla popolazione, duramente provata dall’emergenza, quel senso di sicurezza e dimostrare la vicinanza da parte delle Istituzioni.