Home Appennino Reggiano Delegazione cubana in Appennino reggiano fino a venerdì

Delegazione cubana in Appennino reggiano fino a venerdì

In questi giorni una delegazione di alto livello del Governo Cubano, con la partecipazione di diversi tecnici ed esponenti ministeriali, è in visita nell’Appennino reggiano per studiare e valutare la Strategia Nazionale Aree Interne e in particolare la strategia d’area “La montagna del latte”. Tra i membri della delegazione ci sono Anelis María Marichal González, Viceministro e direttrice generale dell’Istituto di Pianificazione Fisica, Susset Rosales Vázquez,

Direttrice del settore Pianificazione strategica e sviluppo del Ministero dell’Economia, Pablo San Jorge Rodríguez, Vicedirettore della sezione relazioni multilaterali per il Ministero del Commercio e gli investimenti esteri, Jorge Luis Villa Miranda, Vicepresidente della Provincia de La Habana, e Jose Luis Salas Rosette, Vicepresidente della Provincia di Pinar del Río.
“Lo Stato cubano – spiega il Presidente dell’Unione Appennino e Sindaco di Castelnovo Monti, Enrico Bini – si sta impegnando in alcuni progetti di valorizzazione e salvaguardia del territorio in particolare per le zone distanti dalla costa, e ha trovato molto interessante l’azione italiana dedicata alle aree interne. Hanno scelto di venire in Appennino perchè la nostra strategia d’area sarebbe al momento una delle più avanzate in Italia, con i progetti previsti già finanziati per 28 milioni di euro complessivi e molti già in corso di attuazione, sui settori agricolo, dei servizi, scolastico e di formazione, accesso al lavoro, sanità. Siamo davvero orgogliosi di questa visita che sarà un’occasione anche per presentare il nostro territorio alla delegazione ospite”. Il programma della visita, che durerà fino al 17 gennaio, prevede oggi, 15 gennaio, incontri nella sede del Comune di Castelnovo per illustrare il progetto cubano Padit che sta cercando di valorizzare i territori decentrati, e presentare la strategia d’area La montagna del Latte, poi il pranzo all’Istituto turistico-alberghiero Mandela di Castelnovo, e nel pomeriggio la presentazione dei progetti di mobilità e di formazione in Appennino. In serata una visita alla mostra in corso a Palazzo Ducale con le incisioni di Livio Ceschin e la presentazione al Ristorante Capolinea del Presidio Slow Food dell’Appennino con una cena a base di prodotti locali. Conclusione con un’esibizione in acustico dei musicisti appenninici Ezio Bonicelli, Natascia Zambonini e Lorenzo Valdesalici. Il 16 gennaio ci sarà una visita alla Pietra di Bismantova con la presentazione dei progetti di promozione del territorio e di turismo sostenibile in collaborazione con il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, e dopo pranzo visite alla Latteria San Giorgio di Cortogno e Casale di Bismantova, con incontri con alcuni referenti del Consorzio del Parmigiano Reggiano. In serata visita alla Coop Valle dei Cavalieri di Succiso e illustrazione delle Cooperative di Comunità.
Il progetto di sviluppo locale cubano Padit ha l’obiettivo di sostenere lo sviluppo socio-economico locale attraverso processi costruiti dal basso, con il supporto degli attori locali, dunque come evento partecipativo.

Il proposito di Padit è di sostenere i processi di articolazione locale – provinciale – nazionale attraverso il decentramento e il rafforzamento delle competenze e delle capacità locali e territoriali in tema di pianificazione e gestione dello sviluppo economico, sociale e territoriale.