Home Reggio Emilia Venerdì a Reggio Emilia seminario Unimore sulla gestione delle risorse umane

Venerdì a Reggio Emilia seminario Unimore sulla gestione delle risorse umane

Per People Analytics si intende l’insieme delle attività di selezione, estrazione e analisi dei dati relativi alle persone e finalizzate al miglioramento dei processi di gestione delle risorse umane e, più in generale, delle performance aziendali. Il tema è di grande interesse per studiosi e imprese perché destinato a modificare il futuro della gestione delle risorse umane nelle aziende.

Il Dipartimento di Comunicazione ed Economia di Unimore su questo argomento promuove un seminario in calendario venerdì 24 gennaio, alle ore 15.00, presso l’Aula D2.2 del complesso universitario ”G. Dossetti” (Viale Allegri 9) a Reggio Emilia.

Nell’incontro saranno presentati per la prima volta i risultati della survey “Le PEOPLE ANALYTICS nelle imprese italiane: stato dell’arte e prospettive”, condotta nell’ambito di un progetto di ricerca interdisciplinare finanziato dal Fondo di Ateneo per la Ricerca (FAR).

L’indagine sull’utilizzo e il potenziale di sviluppo futuro delle People Analytics ha coinvolto 107 manager italiani, responsabili delle Risorse Umane, in gran parte uomini (60 %), di età media inferiore ai 40 anni, che lavorano prevalentemente nel settore manifatturiero e dei servizi e in imprese di grandi dimensioni, con più di 250 dipendenti e oltre 50 milioni di euro di fatturato.

Ad oggi l’88% degli intervistati utilizza People Analytics nella sua azienda e la maggioranza ritiene che, nei prossimi tre anni, gli sviluppi delle People Analytics saranno molto significativi e avranno impatti rilevanti, non solo nella gestione delle risorse umane, ma anche sul business.

I dati raccolti, oltre a confermare la diffusione dei sistemi informativi delle risorse umane (HRIS), sempre più integrati anche nelle imprese di dimensioni non grandi, e la crescente digitalizzazione di tutti i processi di gestione del personale, indicano che si sta facendo sempre più strada l’utilizzo di piattaforme collaborative e ambienti di lavoro digitali, come ad es. Facebook Work, Slack, Trello, Google Suite, Microsoft O365.

“Saranno soprattutto questi gli elementi – dichiara la prof.ssa Anna Chiara Scapolan di Unimore, responsabile del progetto di ricerca – che avranno forte impatto nell’evoluzione futura della gestione delle risorse umane e non solo. La ricerca conferma, infatti, la disponibilità all’interno delle imprese di grandi quantità di ‘people data’ di varia fonte e natura, che se adeguatamente integrati e analizzati, possono servire, non solo a migliorare l’efficienza e l’efficacia dei tradizionali processi di gestione del personale, ma anche a impostare delle politiche di gestione delle risorse umane data-driven, che siano di impatto sul business e, al tempo stesso, capaci di aumentare soddisfazione ed engagement dei dipendenti e collaboratori. Dei limiti si riscontrano, però, nelle odierne competenze possedute dai manager che si occupano di risorse umane (HR) che, secondo i risultati dell’indagine, sono nella maggior parte dei casi inadeguate. L’immissione di nuovi specialisti nella funzione HR (data scientist) sembra, però, non sufficiente a colmare questo gap di conoscenze che, secondo gli stessi interessati, richiede un massiccio investimento nella formazione degli attuali HR manager, sia junior che senior”.

Il programma della giornata seminariale prevede i saluti di apertura da parte di Giovanna Galli, Direttore del Dipartimento di Comunicazione ed Economia e la presentazione dei dati da parte di Anna Chiara Scapolan del Dipartimento di Comunicazione ed Economia. A seguire i dati saranno commentati dall’esperto internazionale Jan De Leede, docente di Strategic People Analytics all’Università di Twente (Olanda), e da un panel di osservatori privilegiati composto da: Claudio Galli, Presidente regionale di AIDP (Associazione Italiana per la Direzione del Personale), Loretta Chiusoli, Global HR Director di CRIF e Cecilia Magnani HR Manager di Webranking. La parte finale del seminario discuterà “le implicazioni teoriche e manageriali, per le People Analytics, della diffusione e dell’utilizzo di piattaforme collaborative aziendali (digital workplaces)” con Tommaso Fabbri, Direttore del Dipartimento di Economia Marco Biagi di Unimore.

“Nello specifico, verranno illustrati – dichiara il prof. Tommaso Fabbri di Unimore – i risultati di uno studio esplorativo, condotto da un team interdisciplinare Unimore nell’ambito del progetto di ricerca «Framing employee attitudes and digital work behaviors to support data-driven human resource management», volto ad indagare le relazioni tra azioni digitali compiute dai dipendenti su una piattaforma collaborativa aziendale e il loro livello di radicamento nell’organizzazione di appartenenza. Per elaborare i dati e identificare le relazioni sono state utilizzati concetti di social network theory e tecniche di graph analysis. Questo studio costituisce un esempio di come l’utilizzo della Data Science  combinato a conoscenze di dominio organizzativo-manageriale possa ispirare originali progetti aziendali di People analytics con finalità non solo descrittiva  e diagnostica  ma anche predittiva: l’azienda potrà cioè, ad esempio, prevedere il turnover o l’engagement dei dipendenti sulla base di quanto e come le persone utilizzano gli ambienti di lavoro digitali (digital workplaces) e potrà derivarne algoritmi capaci di supportare le decisioni manageriali in tempo reale”.

L’indagine “Le PEOPLE ANALYTICS nelle imprese italiane: stato dell’arte e prospettive” è stata condotta nell’ambito del Progetto di ricerca interdisciplinare «Framing employee attitudes and digital work behaviors to support data-driven human resource management» finanziata dal Fondo di Ateneo per la Ricerca 2017 e vi hanno collaborato la prof.ssa Annachiara Scapolan del Dipartimento di Comunicazione ed Economia, il  prof. Tommaso Fabbri, Direttore del Dipartimento di Economia Marco Biagi, la prof.ssa Fabiola Bertolotti, la prof.ssa Federica Mandreoli, la prof.ssa Claudia Canali, il dott. Riccardo Martoglia, la dott.ssa Roberta De Michele e la dott.ssa Shahin Manafi Varkiani, PhD candidate della Scuola di Dottorato E4E (Engineering for Economics / Economics for Engineering) di Unimore.

Il seminario di venerdì 24 gennaio si tiene a conclusione del progetto di ricerca e si realizza in collaborazione con AIDP Emilia-Romagna (associazione italiana per la direzione del personale Emilia Romagna).

Per motivi organizzativi registrarsi al link: unimoreecon.eu.qualtrics.com