Home Formigine Convocato per giovedì il consiglio comunale di Formigine

Convocato per giovedì il consiglio comunale di Formigine

È convocato per giovedì 14 maggio alle 20.30 presso il Castello di Formigine il primo Consiglio comunale dopo l’interruzione dovuta all’emergenza Covid19.

Per il corretto svolgimento, sono state individuate modalità logistiche straordinarie, idonee a rispettare le disposizioni di sicurezza sanitaria vigente: i consiglieri saranno distanziati e distribuiti su diversi spazi, inoltre sarà interdetto l’accesso al pubblico. La pubblicità della seduta sarà garantita comunque dalla consueta diffusione in streaming sul canale YouTube del Comune di Formigine.

Iscritte all’ordine del giorno otto fra interpellanze e interrogazioni, quattro delibere e 14 mozioni. La conferenza dei capigruppo ha condiviso all’unanimità di dedicare la prima parte di ogni sezione agli atti riguardanti l’emergenza epidemiologica, in virtù della straordinarietà della situazione economica e sociale.

Ripartono anche i Consigli di frazione, i primi due sicuramente in videoconferenza sulla piattaforma Google Meet (al link: https://meet.google.com/dgb-vwsg-exv). Il 19 maggio, alle 20.30 sarà la volta di Formigine, mentre il 21 (sempre alle 20.30) Colombaro. Per gli altri Consigli di frazione già programmati (Corlo il 26 maggio, Casinalbo il 27 maggio e Magreta il 28 maggio) si valuterà quali modalità d’incontro tenere (se virtuale o in presenza) a seconda delle future disposizioni.

“Abbiamo deciso di rendicontare dettagliatamente ai cittadini che cosa abbiamo fatto per fronteggiare l’emergenza Covid19 – afferma il Vicesindaco Paolo Zarzana – Ma i Consigli di frazione servono soprattutto per parlare di situazioni specifiche che si trovano a vivere i cittadini. Spazio dunque al confronto e alle sollecitazioni, a partire dal documento “Formigine 2020” che dettaglia le azioni da prevedere nei prossimi mesi. Mai come nel 2020, infatti, la partecipazione, la responsabilità, la condivisione, la coprogettazione di una comunità intera saranno determinanti per trovare nuove strade di sviluppo e di recupero graduale della normalità sociale, produttiva, associativa”.