Home Bologna A Calderara non solo centri estivi: parte il progetto “Giardini aperti” per...

A Calderara non solo centri estivi: parte il progetto “Giardini aperti” per la fascia 0-6

Diversificare le proposte, favorire l’attività di scoperta, gioco e relazione interpersonale, offrire un servizio di qualità gratuito a chi non è iscritto ai centri estivi. Questo l’obiettivo del progetto “Giardini aperti”, che il Comune di Calderara di Reno ha pensato per i bambini della fascia da 0 a 6 anni non iscritti a nessun servizio per l’infanzia. Si tratta di laboratori creativi gratuiti, ospitati all’interno dei giardini di via Turati 39 a Calderara, su prenotazione e senza affido: con la presenza dei familiari adulti di riferimento, grazie al progetto si potranno sperimentare materiali naturali e proposte creative, col supporto con educatori preparati, in sicurezza e al riparo dal pericolo di contagio visto che i laboratori si svolgono totalmente all’aperto.

L’iniziativa è programmata dall’8 giugno al 31 luglio 2020, e vede la mattinata divisa per fasce di età. Dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 10.15 ci sarà spazio per i bambini da zero a tre anni accompagnati da un adulto: al massimo, potranno entrare 5 bambini e 5 adulti (protetti questi ultimi da mascherina). Stessa modalità, stesse date e stesso numero di bambini e adulti per la fascia dai 3 ai 6 anni, cui è stata riservata la fascia oraria 10-.30-12.15. Nei laboratori, seguiti da 2 operatori, ci saranno: per bambini fino ai nove mesi, a richiesta, una postazione lattante con cesta del tesoro; quattro postazioni di gioco manipolativo, una per ogni bambino, con materiale che ruota nella settimana (sabbia, terra, acqua, creta, e colore); una sedia per ogni genitore. Lo scivolo del giardino e il bagno interno verranno sanificati dopo ogni uso, tutti gli altri – per esempio giochi e sedie – saranno sottoposti a sanificazione tutti i giorni. Da venerdì 5 giugno sarà possibile prenotarsi telefonando dalle ore 13.30 alle ore 14.30 al numero 3297509635.

Il Sindaco Giampiero Falzone sottolinea l’importanza di questa iniziativa, che aumenta le opportunità per le famiglie di Calderara: “Riteniamo doveroso differenziare l’offerta e le iniziative per i più piccoli, dopo i tanti mesi di isolamento cui sono stati costretti. Per questo ci stiamo impegnando nella creazione di nuovi servizi: non solo centri estivi ma anche nuove progettualità per i nostri bimbi per permettere loro di ritornare alla socialità persa, tanto importante per la loro crescita, di giocare e di scoprire relazionandosi agli altri. Un grazie di cuore all’Ufficio scuola e al nostro personale comunale del Centro genitori bambini di Calderara sempre attento e puntuale nell’essere presente a servizio della comunità”.