Home Economia La moda emiliano-romagnola punta sempre a Dubai

La moda emiliano-romagnola punta sempre a Dubai



Pochi giorni fa è arrivata la conferma dello slittamento ufficiale di un anno dell’Esposizione Universale che ha dovuto fare i conti con la pandemia da coronavirus. La manifestazione Expo 2020 Dubai si svolgerà quindi dal 1 ottobre 2021 al 31 marzo 2022.

La kermesse si sarebbe dovuta aprire a ottobre 2020, anno in cui gli Emirati Arabi Uniti festeggiano il 50esimo anniversario dalla fondazione.

Dunque rinvio al 2021, condizione necessaria per superare la grande sfida sanitaria mondiale, ma non cambierà nome l’Expo 2020 Dubai e non muta il programma della seconda annualità del progetto “Italian Fashion verso Dubai 2020” dedicato a tutte le PMI con sede legale o unità operativa in Emilia-Romagna operanti nel settore del Fashion (tessile, abbigliamento uomo, donna e bambino, capi in pelle, pellicce, scarpe, borse e cinture, accessori, intimo e bijoux).

Promosso da Unioncamere Emilia-Romagna, in collaborazione con il Sistema Camerale e cofinanziato dalla Regione, il progetto, che prevede diverse iniziative con l’obiettivo di accompagnare le aziende sul mercato di Dubai per incontrare operatori di tutta l’area mediorientale, è stato in parte rimodulato in ottica “remote consulting e distance working”.

La prima azione riservata alla 14 aziende partecipanti al progetto, è un stata un infolab, un incontro di formazione on line a distanza con l’ausilio della piattaforma digitale Zoom sul tema “Comunicare efficacemente la propria brand identity nel Middle East”.

A organizzare l’evento, Unioncamere Emilia-Romagna, promotore del progetto, e Roncucci&Partners, partner tecnico, in collaborazione con Twister Communications Middle East, società basata a Dubai dal 2013 e specializzata in PR, selezionata da ICE ufficio di Dubai (partner tecnico in loco) che ha coinvolto le imprese su un composito programma articolato in alcuni punti: caratteristiche, trend, principali media, esempi di influencer, comunicare con successo il proprio brand nel Middle East, presentazione di una selezione di capi chiave per ogni azienda e confronto su alcune possibili strategie comunicative.

Conclusa la fase dei laboratori funzionali con le aziende, il progetto proseguirà con l’attività in digitale di promozione e consulenza di immagine e accordi per l’avvio di un marketplace operante in Medio Oriente.

Sempre con l’utilizzo della tecnologia digitale, sarà realizzata la fase successiva di incontri B2B fino ad arrivare alla missione missione outgoing e evento promozionale a Dubai entro il 2021.