Home Scandiano Scandiano, rinnovo del consiglio dell’Associazione Nazionale Carabinieri

Scandiano, rinnovo del consiglio dell’Associazione Nazionale Carabinieri

Nella mattinata di sabato 20 giugno a Scandiano si e svolta l’assemblea per il rinnovo del consiglio dell’Associazione Nazionale Carabinieri della sezione di Scandiano, Casalgrande e Viano. I componenti del consiglio direttivo eletti sono nove, che a sua volta hanno scelto  presidente e vice presidente.

La sezione conta 73 soci aventi diritto al voto, oltre 14 simpatizzanti e 14 familiari non aventi diritto al voto. I soci votanti hanno eletto i seguenti componenti: Di Girolamo Ciro, Ferrari Fabio, Marzocchini Marco, Stortini Armando, Cassinadri Marco, Campani Maurizio, Olivieri Donato, Casoni Renato e Ricciardo Carmelo.

Successivamente i consiglieri hanno eletto il presidente, il vice presidente
e il segretario. E stato riconfermato il presidente uscente Di Girolamo Ciro e nominato
Ferrari Fabio Vice Presidente.

A sua volta e stato nominato il segretario esterno non facente parte del consiglio direttivo, ma socio Cocchi Enrico, incarico che ricopriva già precedentemente.

Il nuovo direttivo rimarrà in carica cinque anni, fino al 2025.

La sezione di Scandiano annovera al suo interno il gruppo di volontariato. Da alcuni anni l’ANC ha siglato un protocollo di salvaguardia e osservazione con le amministrazioni dei comuni di Scandiano, Casalgrande e Viano.

I campi d’intervento saranno: il settore scolastico, per la “salvaguardia e osservazione” di plessi, palestre, impianti sportivi, con riferimento adaree pubbliche, parchi e patrimonio ambientale e con l’assistenza durante  manifestazioni promosse o patrocinate dai Comuni, il settore della sicurezza in occasione di calamità naturali.

La presenza dei volontari durante i servizi viene svolta in concertazione con la Polizia Locale e l’Arma dei Carabinieri e come è accaduto durante l’emergenza COVID 19, con la Protezione Civile Il Campanone.

La sezione di Scandiano garantisce la disponibilità di soci volontari, assicurando la loro specifica competenza e preparazione per gli interventi a cui sono destinati.

Durante l’anno 2019 sono stati 77 i servizi svolti, per un totale di 1.070 ore.