Home Bologna La “Cristanini”, il grande braccio meccanico che operò nella strage di Bologna

La “Cristanini”, il grande braccio meccanico che operò nella strage di Bologna

E’ l’unico automezzo ancora esistente che fu impegnato in piazza Medaglie d’oro a Bologna, durante quella tragica mattina di quarant’anni fa: l’autogru FIAT Cristanini.
Fu tra i primi mezzi ad arrivare e tra gli ultimi a rientrare in caserma, accompagnò il lavoro senza sosta dei vigili del fuoco, fu il loro grosso braccio meccanico che li supportò nella ricerca di sopravvissuti, spostando e rimuovendo macerie, strutture crollate e carcasse di veicoli coinvolti nell’esplosione.
Oggi è un cimelio, un pezzo di storia del Corpo nazionale, il simbolo delle operazioni di soccorso effettuate dai vigili del fuoco.

I vigili del fuoco operarono senza sosta in uno scenario irreale. Rifiutarono il cambio e continuarono a scavare. A fine giornata c’era chi aveva perso quattro kg di peso… E la grù è rimasta sempre lì, immortalata nelle mille immagini del tremendo scempio di quel giorno. Oggi, restaurata e lucida, è divenuta un pezzo di storia per il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e per Bologna. Per non dimenticare.