Home Appennino Reggiano Vende online “smart-tv” inesistente. Denunciato dai carabinieri di Ramiseto

Vende online “smart-tv” inesistente. Denunciato dai carabinieri di Ramiseto

Su di un sito online vendeva a prezzi vantaggiosi, troppo forse, smart tv e smartphone che poi non spediva sebbene incassasse il corrispettivo richiesto. L’uomo, un 31enne catanese, aveva messo a punto un sistema originale: utilizzando i dati fiscali di un’impresa di pulizie fallita, che era riuscito a carpire, aveva aperto un sito di compravendita di cellulari e televisori, fortuitamente ora chiuso. Incassava il danaro grazie a un conto corrente aperto nel Regno Unito: una volta ricevuti i soldi bidonava l’acquirente grazie alle vendite fantasma di beni che non spediva. I televisori o gli smartphone erano solo in fotografia sul sito della false vendite. Tra le decine di truffati anche un reggiano 50enne che si è rivolto ai carabinieri di Ramiseto.

Per questo motivo, con l’accusa di truffa, i militari hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia il catanese. La vittima, intenzionata ad acquistare una Smart-tv si è imbattuto in chi vendeva quanto cercato a prezzi assolutamente vantaggiosi. Non si è voluto lasciare sfuggire l’occasione e per questo ha acquistato lo Smart-tv provvedendo, secondo le indicazioni del sito, ad effettuare il pagamento di 400 euro sull’iban di un conto corrente bancario allocato nel Regno Unito. Con il passare del tempo non ricevendo alcun televisore, ma soprattutto non riuscendo a mettersi in contatto con il venditore, ha materializzato di essere rimasto vittima di una truffa e per questo di è rivolto ai carabinieri di Ramiseto, denunciando l’accaduto. I militari hanno intrapreso le indagini e grazie ad una serie di riscontri investigativi, anche di natura telematica, sono riusciti a risalire al truffatore, un 31enne residente nel catanese, con a carico precedenti di polizia per analoghe truffe compiute con lo stesso  “modus operandi”. Il giovane, al termine degli accertamenti, è stato quindi denunciato per truffa.

L’Arma di Reggio Emilia ricorda di prestare la massima attenzione agli annunci on-line per la compravendita di beni e servizi, sottolineando che bisogna diffidare dagli acquisti molto convenienti e facili guadagni, spesso si tratta di truffe o di merce rubata; fate acquisti on-line con la carta di credito solo su siti che forniscano valide garanzie di sicurezza della comunicazione; non inserire in nessun caso i dettagli della carta di credito su siti sconosciuti e non inviare la copia del documento personale.