Home Bologna L’aeroporto di Bologna ha vinto l’IoMOBILITY Award 2020 per il miglior...

L’aeroporto di Bologna ha vinto l’IoMOBILITY Award 2020 per il miglior progetto di integrazione modale

L’Aeroporto Marconi di Bologna ha vinto l’IoMOBILITY Award 2020, il premio ideato e organizzato da Innovability per promuovere la cultura dell’innovazione, della sostenibilità e dell’imprenditorialità nella mobilità in Italia.

L’obiettivo del premio, che è stato consegnato virtualmente durante una cerimonia on-line, è quello di innescare e sostenere un processo virtuoso di condivisione delle esperienze migliori tra imprese, fornitori, startup, centri di ricerca e istituzioni, sviluppare nuovi prodotti e servizi per i clienti e migliorare la qualità di quelli esistenti.
Il Marconi, che concorreva con altre 60 aziende italiane, di cui 23 startup, ha conquistato il gradino più alto del podio nella sezione “Integrazione modale” grazie alla sperimentazione di un progetto di “MaaS – Mobility as a Service” per i dipendenti della Comunità aeroportuale (circa 3.500 persone). In pratica, grazie alla collaborazione con gli enti di gestione dei servizi di trasporto Tper, Marconi Express ed SRM e con il coinvolgimento del Comune di Bologna, della Città Metropolitana di Bologna e della Regione Emilia-Romagna, l’Aeroporto di Bologna ha ottenuto la realizzazione di un abbonamento integrato che consente ai lavoratori dell’aeroporto di utilizzare alternativamente o in maniera combinata, a costi contenuti, diversi mezzi e servizi di trasporto negli spostamenti casa-lavoro: autobus (urbani ed extraurbani), treni metropolitani, People Mover e car-sharing elettrico.
L’abbonamento creato per la Comunità aeroportuale comprende tutti gli autobus nella provincia di Bologna, il servizio di monorotaia sopraelevata People Mover – Marconi Express che dal 18 novembre collega la Stazione ferroviaria Alta Velocità direttamente all’Aeroporto in soli 7 minuti, i treni del Servizio Ferroviario Metropolitano compresi tra le stazioni di Vignola (MO), Portomaggiore (FE), Casalecchio di Reno (BO), San Lazzaro di Savena (BO), Corticella (BO) e Rastignano (BO) ed inoltre, per rispondere alle esigenze del personale turnista che lavora anche di notte, un pacchetto di minuti del car-sharing elettrico “Corrente”, che consente di utilizzare l’auto elettrica su tutto il territorio comunale in maniera free floating.
L’Aeroporto di Bologna è il primo scalo italiano ad offrire una iniziativa di “MaaS” ai propri dipendenti.
Il progetto è partito con una campagna di comunicazione denominata “MuoviAMOci”, finalizzata a creare consapevolezza nella Comunità aeroportuale sugli obiettivi di mobilità sostenibile. È stato quindi creato un questionario ad hoc per l’ascolto delle esigenze e delle problematiche della Comunità, per capire quali potessero essere i driver più efficaci per il cambiamento. Infine, è iniziato il dialogo con i diversi stakeholder, che ha permesso la creazione di una iniziativa unica nel panorama italiano.
L’intento di Aeroporto di Bologna è quello di incoraggiare i dipendenti ad utilizzare le diverse modalità di trasporto disponibili al fine di ridurre la congestione e l’impatto inquinante sull’area.
Per conoscere tutte le aziende finaliste al’IoMOBILITY Award 2020, i progetti presentati e i membri della giuria: www.iomobilityawards.com.