Home Bologna 41° anniversario della strage alla stazione di Bologna

41° anniversario della strage alla stazione di Bologna



Questa mattina nel Cortile d’Onore di Palazzo d’Accursio si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del programma delle iniziative e cerimonie per commemorare la strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 nel quarantunesimo anniversario.

 

IL PROGRAMMA delle prossime iniziative

Giovedì 29 luglio – contestualmente alla conferenza stampa

Messa in onda del podcast “40 anni, una voce”

Bologna, 1981. Dopo un anno di indagini inconcludenti, i famigliari degli 85 morti e 200 feriti della bomba alla stazione decidono di unirsi per chiedere insieme verità e giustizia. Gente comune, proveniente da tutta Italia, dà vita alla prima associazione di parenti di vittime, un’esperienza che farà da apripista ad altre analoghe in tutto il Paese. Una battaglia straordinaria di impegno civico e risveglio sociale che dopo 40 anni è tuttora attualissima e non ha ancora esaurito il proprio compito: fare piena luce sulla più sanguinosa strage in tempo di pace in Italia …
(3 puntate di 10’ circa) a cura della Regione Emilia-Romagna e del Servizio Informazione e Comunicazione istituzionale dell’Assemblea Legislativa – Regione Emilia-Romagna in collaborazione con l’Associazione dei familiari. Diffusione attraverso Spreaker, Spotify e Radio 3 Rai.

 

Giovedì 29 luglio ore 21.15 – Arci Brecht-In Gorki Piazzetta Maccaferri, via Gorki 14, Bologna

Ricordando la strage del due agosto, testimonianze e storie delle vittime.

Intervengono Cinzia Venturoli (storica), Paolo Sacrati (Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980), Matteo Belli (attore e regista del Cantiere 2 agosto), testimoni e narratori del Cantiere 2 agosto.

L’ingresso è gratuito, prenotazioni e informazioni: ingorki@cantierimeticci.it

 

Venerdì 30 luglio ore 7.30

Cantiere 2 agosto a San Luca con il cardinale Zuppi e Simonetta Saliera.

I “narratori popolari” che nel 2017 aderirono al progetto dell’Assemblea legislativa regionale allora presieduta da Simonetta Saliera, per raccontare nelle strade e nelle piazze di Bologna le storie delle 85 vittime della strage fascista del 1980 daranno vita ad una “camminata”, a cui tra gli altri parteciperà la stessa Simonetta Saliera, che avrà come meta d’arrivo il Santuario della Beata Vergine di San Luca, sul Colle della Guardia, luogo caro a tutti i bolognesi.

Il programma prevederà la partenza dalla Stazione di Bologna alle ore 7,30 con deposizione di fiori per ricordare le 85 vittime, alle 8,15 l’appuntamento sarà in via Casarini per ricordare con deposizione di fiori le vittime delle Ogr le cui vite sono state stroncate dall’amianto. Alle 10 parte la camminata per San Luca dove, alle ore 11, si terrà una funzione religiosa celebrata dal Cardinale di Bologna Matteo Maria Zuppi.

 

Venerdì 30 ore 9.30 – ex area Camilli, Ferrara

Intitolazione del nuovo parco alle “Vittime della strage del 2 agosto 1980” a cura del Comune di Ferrara e contestualmente inaugurazione del murales di Ferrara inserito nel progetto “Come sigillo nella cera” sostenuto dall’Assemblea Legislativa – Regione Emilia-Romagna per l’anno 2020 poi prorogato per l’emergenza sanitaria anche per il 2021.

 

Venerdì 30 luglio ore 12.30 – piazza Nettuno, Bologna

Cerimonia di inaugurazione de:  “I sampietrini della memoria”, un’installazione permanente per non dimenticare le vittime del 2 agosto 1980. Saranno presenti: Virginio Merola  Sindaco Comune di Bologna, Matteo Lepore, assessore alla Cultura,  Aldo Balzanelli, ideatore del progetto, Cinzia Venturoli storica, Paolo Bolognesi, presidente Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980.

 

Venerdì 30 luglio ore 19 – Circolo La Fattoria, via Pirandello 6 – Bologna

Premio 10:26

Agosto 1980 e il sostegno di Gruppo CER GAS, Orteco Srl e Eurotre Srl, ha l’obiettivo di ricordare la vita, le passioni e i sogni delle vittime della strage del 2 agosto 1980, cercando di riallacciare simbolicamente i fili e i percorsi spezzati quel giorno, e facendoli proseguire attraverso la facilitazione di percorsi di studio e ricerca.

Per la prima edizione, il Premio 10:26 assegnerà una borsa di studio dal valore di 3.000 euro e 10 premi in buoni da 250 euro.

 

Venerdì 30 luglio ore 19.30 – Teatri di Vita, via Emilia Ponente 485, Bologna

“Sergio Secci – 2 Agosto 1980”

Incontro in ricordo di Sergio Secci con ufficializzazione della richiesta al Comune di Bologna di dedicargli l’intitolazione di un angolo di questa città in cui era venuto a studiare dalla sua Terni.
A seguire docufilm “Cantiere 2 agosto – Narrazione di una strage”.

Partecipano: Stefano Casi, Paolo Bolognesi, Federica Mazzoni, Cristina Valenti, Cinzia Venturoli, Giacomo Manzoli.

Organizzazione Teatri di Vita in collaborazione con Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980 e con DAMS50 / Università di Bologna, Comune di Bologna.

 

Venerdì 30 luglio ore 21 – Circolo La Fattoria, via Pirandello 6, Bologna

Il futuro ha memoria. Il contesto storico, locale, nazionale e internazionale della strage di Bologna

Incontro con Francesco M. Biscione, Alex Hobel, Cinzia Venturoli (storici), modera Sergio Caserta (Il Manifesto in Rete) a cura di Libera Bologna, Piantiamolamemoria e Il Manifesto in Rete.

 

Venerdì 30 luglio ore 21 – Chiostro Comunale, Castel Bolognese (Ravenna)

Proiezione del documentario “Un solo errore”

Incontro con il regista Matteo Pasi (Associazione Pereira), Agide Melloni (autista autobus 37), autorità e pubblico.

 

Domenica 1 agosto ore 7.30 – Stazione centrale di Bologna, Piazza Medaglie d’Oro

Deposizione di un mazzo di fiori davanti alla sala d’aspetto “Torquato Secci” in memoria delle vittime della strage e partenza staffetta “Per non dimenticare” con destinazione centro sociale Villa Torchi.

 

Domenica 1 agosto – Centro sociale Villa Torchi – via Colombarola 40 – Bologna

ore 9 – Santa Messa

ore 10.15 – Cerimonia civile

 

Domenica 1 agosto ore 11.30 – piazzetta angolo via delle Fonti, via di Corticella, Bologna

Scopertura di una targa commemorativa in ricordo di Viviana Bugamelli e Paolo Zecchi, giovane coppia di sposi vittime della strage del 2 agosto 1980 alla presenza dell’Assessore Claudio Mazzanti ,il  presidente dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, Paolo Bolognesi, e del presidente del Quartiere Navile, Daniele Ara.

 

Domenica 1 agosto ore 19.30 –  chiosco Frida Parco della Montagnola, via Irnerio 2/4, Bologna

Presentazione del podcast “La strage di Bologna. I Mandanti” di Alex Boschetti.

L’idea del podcast è nata in concomitanza con l’inizio del processo in corso, il cui obiettivo cruciale è quello di individuare mandanti, fiancheggiatori e finanziatori della strage.

Oltre all’impegno per mantenere viva la memoria nelle giovani generazioni continua quindi la difesa delle verità giudiziarie e della ricostruzione della vicenda dai continui sabotaggi ideologici.

In una scansione di sette puntate Boschetti ha ragionato con vari ospiti e testimoni: da Carlo Lucarelli a Cinzia Venturoli, da Benedetta Tobagi a Paolo Lambertini; un’altra voce è quella di Agide Melloni, l’autista dell’autobus 37 ormai simbolo della strage.

L’attrice Micaela Casalboni della Compagnia del Teatro dell’Argine ha dato voce ad alcune testimonianze in apertura e chiusura di ogni puntata. In collaborazione con Black Candy Produzioni.

All’incontro di presentazione saranno presenti l’autore, Cinzia Venturoli, Agide Melloni e Paolo Bolognesi, con l’amichevole partecipazione di alcuni membri dell’Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980.

Durante la presentazione verrà mostrata in anteprima su maxi-schermo una puntata del lavoro realizzato anche sotto forma di documentario, che raggruppa alcune delle interviste registrate per i podcast.

A seguire musica con il Guerzoncellos duo, Enrico e Tiziano Guerzoni.

 

Lunedì 2 agosto ore 6.30 – 8.30 – Parco della Montagnola, Bologna

Arrivo delle staffette Podistiche “Per non dimenticare”

Partite il 30 luglio da Milano, attraverso Brescia e accolte in numerosi altri Comuni lungo il percorso per ricordare le stragi di Milano – Piazza Fontana, Brescia – Piazza della Loggia e della stazione di Bologna, si uniranno a Brescia alla staffetta in bicicletta paciclica “Pedalata di impegno civile” per arrivare insieme il 2 agosto mattina in Montagnola a Bologna e partecipare alle commemorazioni del 41° anniversario.

 

Lunedì 2 agosto ore 8 – 13 – Stazione centrale di Bologna, Piazza Medaglie d’Oro, stand Poste Italiane

Annullo filatelico speciale. L’annullo realizzato da Poste Italiane nella sua versione esecutiva per commemorare il 41° anniversario della strage è stato creato sulla base del bozzetto presentato attraverso il Concorso “…Un attimo vent’anni”. Il concorso, ideato e gestito dall’Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980, è infatti finalizzato alla presentazione dei bozzetti per l’emissione del francobollo, della cartolina e del foglietto erinnofilo.

Quest’anno, a causa dello svolgimento delle lezioni in DAD in seguito al Covid-19, non è stato possibile coinvolgere le scuole secondarie di primo e secondo grado; sono quindi state coinvolte varie Accademie di Belle Arti: 21 statali italiane, 18 private, 36 straniere. Hanno risposto 56 accademie di cui 3 straniere (2 francesi ed 1 austriaca) per un totale di 108 elaborati.

Sono tutti “lavori di gruppo”, quindi, non essendo riconducibili a singoli, nell’ambito delle premiazioni o menzioni verrà indicata l’accademia di provenienza.

Il progetto selezionato per il francobollo erinnofilo è tra quelli presentati dall’Accademia Santa Giulia di Brescia.

La cartolina è un progetto dell’Accademia di Belle Arti di Urbino

L’annullo è uno degli elaborati dell’Accademia di Ravenna.

 

Lunedì 2 agosto ore 8.30 – Cortile d’onore di Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore 6, Bologna

Il Sindaco incontra i familiari delle vittime della Strage della Stazione di Bologna insieme alle massime Autorità.

 

Lunedì 2 agosto ore 9.15 – Piazza Nettuno, Bologna

Concentramento e partenza del corteo

Il corteo sarà aperto dall’autobus 37, restaurato e messo a disposizione da Tper a cui si aggiunge la autogru Cristianini e 4 taxi elettrici di Cotabo. Il percorso fino alla Stazione Centrale è tracciato dall’installazione dei “Sampietrini della memoria”.

 

Lunedì 2 agosto ore 10.10 – Stazione centrale di Bologna, Piazza Medaglie d’Oro

Intervento del presidente dell’Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980, Paolo Bolognesi.

ore 10.25 Triplice fischio del treno e minuto di silenzio in memoria delle vittime.

Conclude il Sindaco di Bologna e della Città metropolitana Virginio Merola.

 

Lunedì 2 agosto ore 10.25

Pubblicazione dell’evento social “40 anni, una voce” dedicato alle vittime, a cura della Regione Emilia-Romagna, del Servizio Informazione e Comunicazione istituzionale dell’Assemblea Legislativa – Regione Emilia-Romagna in collaborazione con l’Associazione dei familiari.
Racconti, testimonianze, letture, contributi musicali per narrare, oltre ad alcuni particolari della strage del 2 agosto 1980, la storia dell’Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage, che quest’anno ricorda i 40 anni della sua nascita.

 

Lunedì 2 agosto ore 10.50 – Stazione centrale di Bologna, Piazza Medaglie d’Oro – Primo binario

Deposizione di corone al cippo che ricorda il sacrificio del ferroviere Silver Sirotti deceduto nella strage del treno Italicus.

 

Lunedì 2 agosto ore 11.15 – Stazione centrale di Bologna, Piazza Medaglie d’Oro – Piazzale Est

Partenza del treno straordinario per San Benedetto Val di Sambro.

Deposizione di corone e benedizione alle lapidi che ricordano le vittime degli attentati ai treni Italicus e 904 Napoli-Milano.

Interventi del Sindaco di San Benedetto Val di Sambro Alessandro Santoni, della presidente dell’Associazione Familiari Strage Treno 904 Napoli – Milano Rosaria Manzo e di un Consigliere delegato della Città metropolitana di Bologna.

 

Lunedì 2 agosto ore 11.15 – Chiesa di San Benedetto, via dell’Indipendenza 64,  Bologna

Santa Messa – celebra S.Em. Cardinale Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna.

 

Lunedì 2 agosto ore 11.30 – sede CO.TA.BO., via Stalingrado 61, Bologna

Deposizione di corone al monumento in ricordo dei tassisti deceduti il 2 agosto 1980

Intervento del presidente CO.TA.BO. Riccardo Carboni e delle autorità presenti.

 

Lunedì 2 agosto ore 11.45 presso il sottopasso alta velocità di via del Triumvirato

Inaugurazione del murale sulla memoria della strage del 2 agosto 1980 realizzato da Emanuele Zucchini e Alberto Landolfa nell’ambito di un patto di collaborazione del Quartiere Borgo Panigale-Reno con l’associazione A tutta Birra. Partecipa il presidente del Quartiere Borgo Panigale-Reno, Vincenzo Naldi. Nel luogo dell’inaugurazione sarà portato anche l’autobus 37, restaurato e messo a disposizione da Tper, uno dei simboli della memoria della strage.

 

Lunedì 2 agosto ore 12.30 – atrio universitario Facoltà di Lettere via San Francesco 22 – Verona

Inaugurazione del murale commemorativo dedicato a Davide Caprioli – vittima della strage.

 

Lunedì 2 agosto ore 19 – 23 – Villa d’Aiano, Comune di Castel d’Aiano

Nell’ambito della rassegna “Crinali 21”, camminata notturna nel bosco in ricordo della strage e delle vittime con letture dedicate –  a cura della Compagnia Teatrale Non Solo Ragionieri.

Per info e prenotazioni: https://www.crinalibologna.it/it/eventi-crinali/306320/Crinali—Teatro-a-Villa-d-Aiano

 

Lunedì 2 agosto ore 17.45 – giardino del Centro Civico Borgatti, via Marco Polo 51 – Bologna

“L’esempio lungo 40 anni” dell’Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980.

Incontro della Biblioteca Lame – Cesare Malservisi con Miriam Ridolfi e un rappresentante dell’Associazione 2 agosto 1980.

Letture di Donatella Allegro e intermezzi musicali de “I Mulini a vento”.

In collaborazione con la Biblioteca Casa di Khaoula, Corticella – Luigi Fabbri, il quartiere Navile, l’Associazione 2 agosto 1980, Casa Gialla e ANPI Lame.

 

Lunedì 2 agosto ore 20.30 – Parco 2 Agosto, San Lazzaro di Savena

A distanza di 41 anni dal 2 agosto 1980, anche quest’anno il Comune di San Lazzaro di Savena organizza una serata in memoria dell’evento con la partecipazione dei protagonisti del soccorso e della sicurezza e dei cittadini. Il programma della serata prevede un momento istituzionale alla presenza della Sindaca e delle forze dell’ordine alle 20.30 nel Parco 2 Agosto al cospetto dell’autogru che, nel 1980, effettuò gli interventi di soccorso alla popolazione, collocata nel Parco 2 Agosto e in esposizione per la cittadinanza.

 

Lunedì 2 agosto ore 21 – Parco Ferrari – spazio Orange 182, via San Faustino 182 – Modena

“Bologna, 2 agosto 1980. Storia di una Bomba: la vita delle vittime”

Serata dedicata al ricordo della strage con la partecipazione dei narratori del “Cantiere 2 agosto”. Narrazioni a cura del “Cantiere di narrazione popolare 2 agosto” (Istituto storico di Modena)

 

Lunedì 2 agosto ore 21.15 – Piazza Maggiore – Bologna

Concorso Internazionale di composizione “2 agosto” – 27a edizione, dedicato a partiture per orchestra.

Orchestra del Teatro Comunale di Bologna

Direttore d’orchestra: Marco Angius

Programma:

“Nelle pieghe” di Francesco Vitucci (Italia) – primo premio

“Fluo” di Cesare Rolli (Italia) – secondo premio

“Pezzetti di nebbia” di Krystian Neścior (Polonia) – terzo premio

A seguire “Orpheus”, omaggio a Igor Stravinsky (1882-1971) a 50 anni dalla morte.

Il concerto sarà trasmesso in diretta su Rai 5 e Rai Radio 3.

Il Concorso Internazionale di composizione “2 agosto” nato nel 1995 per volontà dell’Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980 e sostenuto dal Comitato di Solidarietà alle Vittime delle Stragi giunge nel 2021 alla XXVII edizione.

Il bando dell’edizione 2021, organizzata dal Teatro Comunale di Bologna, patrocinata e promossa dall’Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980 e dal Comitato di Solidarietà alle Vittime delle Stragi, si rivolge a partiture per orchestra senza strumenti solisti.

Sito istituzionale: www.concorso2agosto.it

 

Martedì 3 agosto ore 20.45 – Chiostro di San Francesco, via Carducci 9 – San Giovanni in Persiceto

Nell’ambito della rassegna “Ma sei fuori? Biblioteche all’aria aperta”, presentazione del documentario “La rabbia e la scelta” realizzato da Lara Alpi, Francesca Gianstefani e Michela Sartori, prodotto dalla Coop. Bacchilega in collaborazione con l’Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980 e del libro “Davanti a quel muro” scritto da Beatrice Masella, illustrazioni di Claudia Conti – Edizioni Bacchilega Junior.

Saranno presenti le autrici del documentario, Paolo Bernardi, presidente della Cooperativa Bacchilega, e Paolo Lambertini, vice presidente dell’Associazione Familiari. Modera Silvia Nicoli Marchesini.

Organizzazione biblioteca comunale G.C. Croce sez. adulti.

******

Le iniziative continueranno nel corso del 2021 seguendo, come filo conduttore principale, i 40 anni della nascita dell’Associazione (tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980), al quale si affianca l’importante tappa dei 10 anni di attività con le scuole attraverso il progetto “Un ponte fra generazioni”, sostenuto dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia -Romagna.

Per celebrare i 40 anni dall’istituzione dell’Associazione, prima associazione riferita a questo tipo di eventi a nascere nel giugno del 1981, è in preparazione, tra altre iniziative, una mostra che verrà esposta tra il 30 novembre e il 15 dicembre 2021 presso l’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna.

La mostra si pone come obiettivo la valorizzazione del ruolo dell’Associazione quale importante riferimento di impegno civile, di sinergia con le istituzioni, di rappresentanza di un sentimento e bisogno diffuso di verità e giustizia, di trasparenza e democrazia.

Le iniziative dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna

Come ogni anno, l’Assemblea legislativa commemora la strage che ha colpito Bologna ricordando, quest’anno, anche la fondazione dell’Associazione tra i familiari delle vittime del 2 agosto 1980 nata un anno dopo, nel 1981.

L’evento social

Lo fa con un evento social sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram dell’Assemblea legislativa, intitolato ’40 anni, una voce’, in cui attori come Alessio Boni, Gaia Nanni, Chiara Francini, Alessandro Bergonzoni, Giuseppe Giacobazzi, Angela Baraldi, Micaela Casalboni, Neri Marcorè, Moni Ovadia, Eleonora Belcamino e Giorgio Colangeli, leggono lettere di scritte dai parenti, articoli di giornali, i discorsi che i presidenti dell’Associazione, Torquato Secci prima e Paolo Bolognesi poi, hanno pronunciato a ogni anniversario della strage alla stazione. Con loro, partecipa all’evento anche la presidente dell’Assemblea legislativa Emma Petitti, leggendo la lettera che l’allora assessora al Comune di Bologna Miriam Ridolfi, che all’epoca della strage ha coordinato i soccorsi, ha scritto a distanza di 41 anni dall’accaduto. “Anche quest’anno, come Assemblea legislativa – spiega Petitti -, promuoviamo una serie di iniziative per ricordare la strage del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna. Io ho voluto farlo attraverso le parole di Miriam Ridolfi, che ci insegna che “ognuno deve fare la propria parte”, come lei ha fatto per 41 anni. La partecipazione sempre molto sentita ai nostri progetti ci dimostra che il 2 agosto non sarà mai un capitolo chiuso e dobbiamo continuare a pretendere verità e giustizia per le 85 persone che hanno perso la vita e per le loro famiglie. Proprio in questi giorni sono emersi importanti sviluppi al nuovo processo sulla strage e l’auspicio è che possano far compiere un passo decisivo alle indagini, capire chi furono i mandanti facendo così piena luce sulla vicenda”.

Un podcast sulla storia dell’Associazione

’40 anni, una voce’ è anche il titolo del podcast realizzato dal Servizio informazione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna che racconta la storia, i protagonisti e le battaglie dell’Associazione nata per portare avanti giustizia e verità, a nome non solo delle 85 vittime della strage ma di tutto il Paese. Accanto alle voci del presidente Paolo Bolognesi, di Torquato Secci, di Miriam Ridolfi e della storica segretaria Paola Sola sono tanti i contributi audio dagli archivi storici Rai e dai tg dell’epoca. Le musiche originali sono di Paolo Fresu.  Il podcast, in tre puntate della durata ciascuna di circa 15 minuti e disponibile da oggi su tutte le maggiori piattaforme, è stato scritto da Federico Del Prete. In redazione Federico Delprete, Margherita Giacchi e Francesca Mezzadri.

Arte pubblica nelle strade e nelle piazze dell’Emilia-Romagna

Accanto a questi eventi, quest’anno si conclude anche il progetto artistico “Lost&found 1980-2020. Memorie private e collettive 40 anni dopo”: un percorso di arte pubblica promosso dall’Assemblea sull’attentato del 2 agosto che unisce strade e piazze dell’Emilia-Romagna con le opere murali di giovani artisti, tutti nati dopo il 1980. Avviato un anno fa, nel 40esimo anniversario, con l’opera “Le lacrime della giustizia” di Collettivo FX allo spazio DumBo di Bologna, il progetto ha portato alla realizzazione di un murale dedicato alle vittime della strage in ogni provincia della regione: a Cesena l’opera appena inaugurata di Loris Dogana, alla stazione di Classe (Ravenna) quella di Dissenso Cognitivo e a Ferrara (area Ex Camilli) il murale di Alessio Bolognesi. Poi Alessandro Canu a Parma, PsikoPlanet a Reggio Emilia, Guerrilla spam a Rimini e Zamoc a Modena. In fase di completamento l’opera di Sarmato, in provincia di Piacenza. L’iniziativa nasce con l’obiettivo di fare memoria attraverso l’arte, da un’idea dell’associazione Serendippo in collaborazione con Associazione familiari delle vittime della strage del 2 Agosto 1980, Assemblea legislativa regionale, le amministrazioni comunali interessate dal progetto, Rete Ferroviaria Italiana, Fondazione Rusconi e Tper.

 

COTABO CON I FAMILIARI PER LA COMMEMORAZIONE DELLE VITTIME DELLA STRAGE DEL 2 AGOSTO

In occasione delle commemorazioni per il trentanovesimo anniversario della strage alla stazione del 2 agosto ’80, Cotabo promuove diverse iniziative per ricordare le 85 vittime, tra le quali due tassisti in servizio nel piazzale della stazione: Francesco Betti e Fausto Venturi.

Questo il programma delle iniziative che vedranno impegnata Cotabo e delegazioni di tassisti associati alla cooperativa.

·  Alle 9:15, come ogni anno saranno quattro taxi Cotabo ad aprire il corteo che parte da via Indipendenza per raggiungere la stazione centrale.

·  Alle 10.25 del 2 agosto, il personale in servizio nella sede della cooperativa osserverà un minuto di silenzio.

·  Alle 11.20, dal parco della Montagnola, partirà un corteo di podisti e tassisti diretto alla sede di Cotabo, in via Stalingrado 61.

·  Alle 11.30 ritrovo dei tassisti nel parcheggio davanti alla sede per la deposizione di corone di fiori al cippo che ricorda i tassisti caduti nella strage. Alla cerimonia di commemorazione interverranno: il presidente di Cotabo, Riccardo Carboni; esponenti dell’Associazione dei familiari delle vittime della strage del 2 agosto e rappresentanti di Comune di Bologna, Città Metropolitana e Regione Emilia-Romagna.

·  A seguire il tradizionale rinfresco nella sede della cooperativa con i vigili urbani del reparto motociclisti di Bologna.

Cotabo, inoltre, partecipa da undici anni al triangolare di calcio in onore delle vittime, che si tiene il 2 agosto, alle ore 17, Campo sportivo – via Montesole 391 – Ceretolo, Casalecchio di Reno “Lo sport ricorda”, triangolare di calcio fra le squadre Gruppo FER Ferrovie Emilia Romagna, RFI Bologna, Cotabo.

Cotabo è da sempre impegnata per il ricordo delle vittime ed è al fianco dei familiari delle vittime nella ricerca di una piena verità e giustizia.  L’impegno di Cotabo, negli anni, si è concentrato sull’importanza di tramandare la memoria della strage ai giovani.

“Il nostro impegno per la memoria è sempre andato oltre i pur importanti momenti commemorativi. Lo sforzo maggiore va fatto verso i giovani: quest’anno abbiamo patrocinato la pubblicazione di un libro scritto da un giovane bolognese, che ha trovato un modo originale per raccontare la strage. Ci auguriamo che trovi ampia diffusione – dichiara il presidente di Cotabo, Riccardo Carboni – Dal processo in corso stanno emergendo nuovi inquietanti scenari sui mandanti: passi avanti verso la verità, per i quali dobbiamo ringraziare i familiari delle vittime per la loro ostinazione. Ma verità e giustizia non sono solo un fatto privato, tutta la società deve sentirsi chiamata in causa. Noi faremo la nostra parte”.

 

 

 

Articolo precedenteGiustizia, Salvini “Lavoro per mediazione, spero si chiuda oggi”
Articolo successivoViolenza sessuale e atti persecutori nei confronti della compagna, cittadino pakistano arrestato ad Imola