Home Marano sul Panaro ‘La vita dirà la sua’ di Lauro Venturi e concerto per Claudio...

‘La vita dirà la sua’ di Lauro Venturi e concerto per Claudio Lolli con Paolo Capodacqua, domenica a Marano sul Panaro



Domenica 24 ottobre, a Marano sul Panaro, presentazione dell’ultimo libro dell’imprenditore e scrittore modenese Lauro Venturi. Segue concerto di Paolo Capodacqua, l’inseparabile chitarrista di Claudio Lolli. Con lui suoneranno Giacomo Lelli e Giuseppe Morgante.

 

La vita dirà la sua (Incontri Editrice, 2020) è il titolo dell’ultima opera di Lauro Venturi, formatore, imprenditore e scrittore, che verrà presentata domenica 24 ottobre, ore 17, al Teatro di Marano sul Panaro.

Il lungo cammino della protagonista inframezzato dagli appunti del padre, il percorso interiore, il senso della perdita; da Machu Picchu alla Birmania, dalle Orcadi a Lombok, il viaggio diventa una metafora dell’esistenza. Durante il lungo viaggio, una precaria riconciliazione prende pian piano forma, accettando che la vita non sempre va come si desidera.

Introduce e dialoga con l’autore Roberto Alperoli, accompagnato da letture di Donatella Allegro.

Seguirà un imperdibile concerto per Claudio Lolli, il maggior poeta della canzone italiana, interpretato da Paolo Capodacqua (chitarra e voce), che è stato per ventidue anni l’inseparabile chitarrista del grande cantautore bolognese. Con lui suoneranno in trio Giacomo Lelli (flauto) e Giuseppe Morgante (piano e sax).

Claudio Lolli (1950-2018) è stato uno dei cantautori italiani più importanti degli ultimi decenni. In particolare, negli anni ‘70 e ‘80 è stato considerato il “cantore dei movimenti giovanili”. Dischi come “Aspettando Godot” e “Ho visto anche degli zingari felici” restano nella memoria collettiva del nostro paese. Ha pubblicato una quindicina di album in studio, oltre a svariati album dal vivo. L’ultimo suo disco, “Il grande freddo” (2017), è stato premiato come miglior disco dell’anno dal Club Tenco. Lolli è stato anche scrittore e ha pubblicato romanzi, libri di racconti e poesie.

Paolo Capodacqua è un chitarrista dal talento multiforme, in grado di esprimersi nella composizione di musiche per il teatro, nel giornalismo musicale e nella narrativa. Ha tradotto le canzoni di Georges Brassens, ha musicato le poesie di Gianni Rodari e ha pubblicato diversi dischi. Numerose le collaborazioni con poeti e scrittori: Gianni D’Elia, Jarmila Ockajovà, Roberto Piumini, Stefano Tassinari, David Riondino. Viene ricordato soprattutto come l’inseparabile chitarrista di Claudio Lolli, il grande cantautore bolognese con il quale ha condiviso un’avventura artistica durata ventidue anni, fino all’ultimo concerto nel 2014.

 

Evento a ingresso gratuito con prenotazione: tel 059 705751 ada.pelloni@comune.marano.mo.it

Ingresso gratuito con posti limitati e debitamente distanziati in conformità con le normative anti COVID19.

Per accedere agli eventi il pubblico dovrà presentare il green pass come previsto dal Decreto Legge nr. 105 del 23 Luglio 2021.

 

Info e programma completo: www.poesiafestival.it

Articolo precedenteSabato in Auditorium Andrea Saltini presenta il suo ultimo libro “I giorni – La mia vita al tempo del Covid-19”
Articolo successivoLa nuova Giunta Municipale di Finale Emilia