Home Cronaca Rubiera: fermato con le dosi di cocaina pronte allo spaccio, arrestato

Rubiera: fermato con le dosi di cocaina pronte allo spaccio, arrestato






Fermato dai carabinieri della stazione di Rubiera nelle vicinanze di un bar posto nell’immediata periferia del paese dove a bordo dell’autovettura sostava con fare sospetto è stato sottoposto ai dovuti  controlli. La successiva ispezione personale e dell’autovettura a bordo della quale si trovava portava al rinvenimento di 19 dosi  di cocaina e della somma in contanti di oltre 2.000 euro.

A casa dell’uomo, abitante a Rubiera i carabinieri hanno rinvenuto ulteriori 8.600 euro in contanti, sequestrati in quanto ritenuti provento della presunta attività di spaccio. Per questi motivi nel pomeriggio di ieri i carabinieri della stazione di Rubiera con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio hanno arrestato un 25enne ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura reggiana.

I fatti che hanno portato all’arresto del 25enne hanno avuto origine nel primo pomeriggio di ieri quando, nel corso di un servizio di controllo del territorio i carabinieri di Rubiera nel corso di un servizio di pattuglia procedevano al controllo dell’uomo fermato a bordo di un auto che sostava sospettosamente nei pressi di un bar posto alla prima periferia del paese. Terminate le procedure di identificazione i militari hanno approfondito i controlli culminati con l’ispezione del mezzo al cui interno i militari hanno rinvenuto 19 dosi di cocaina per un peso complessivo di 20 grammi già confezionate e pronte alo spaccio. In disponibilità del giovane oltre 2.000 euro in banconote di vario taglio. Quindi la successiva perquisizione domiciliare a casa del 25enne in conseguenza della quale i militari rinvenivano ulteriori 8.600 euro che ritenuti provento della presunta attività di spaccio venivano sequestrati.

Alla luce di quanto accertato il 25enne è stato arrestato e ristretto a disposizione della Procura reggiana.









Articolo precedenteZelensky “Prima avremo le armi, prima tornerà la pace”
Articolo successivoReggio Emilia: controlli dei N.A.S. nei forni della città, sequestrate colombe pasquali