Ha visto online un annuncio che trattativa la vendita di un paio di scarpe del tipo sneakers della Nike ed essendo intenzionato ad acquistarle per regalarle al figlio ha contattato prima via mail e dopo su WhatsApp il venditore. Ha concordato l’acquisto a 85 euro con pagamento alla consegna. Dopo qualche giorno l’acquirente, una 35enne reggiana, riceveva il pacco tramite corriere avvedendosi però che all’interno, al posto della sneakers che aveva acquistato, vi era un paio di scarpette da donna di valore nettamente inferiore. Ha subito scritto al venditore che per risposta l’ha bloccata su WhatsApp per poi scoprire che anche il sito dove aveva visto l’annuncio era sparito.

Materializzato di essere rimasta vittima di una truffa la donna si è presentata ai carabinieri di Vezzano sul Crostolo formalizzando la denuncia. Dopo una serie di riscontri i militari reggiani hanno indirizzato le attenzioni investigative sull’odierno indagato, nei cui confronti sono stati acquisiti elementi di presunta responsabilità in ordine al reato di truffa. Per questo i carabinieri della stazione di Vezzano sul Crostolo, a conclusione delle indagini, hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia un 58enne napoletano, non nuovo a tali stratagemmi come peraltro rivelano i suoi precedenti di polizia.









Articolo precedenteSassuolo, nuova sede del Formiggini: via all’intervento
Articolo successivoIl 4 e 5 giugno “Vignola, è tempo di ciliegie”