L’Amministrazione Comunale di Mirandola esprime piena soddisfazione per quanto già inserito nello schema della legge di Bilancio, a sostegno dei Comuni colpiti dal Sisma 2012. Questo disegno di Legge di Bilancio 2023 all’altezza dell’articolo 116 – tra le altre – restituisce una previsione strategicamente importante per il territorio, certificando l’attenzione del nuovo Governo in un momento storico caratterizzato dalla prolungata incertezza internazionale.

Una fase complessa che sta complicando la chiusura dei cantieri coinvolti nella ricostruzione a causa dell’instabilità dei prezzi delle materie prime e della complicata opera di reperimento delle medesime. Un Esecutivo disponibile al confronto ed all’ascolto, che l’Amministrazione ringrazia per aver incettato e preso in esame le proposte contenute nella missiva inviata (lo scorso 2 Novembre 2022) dal Sindaco Alberto Greco al Ministro dell’Economia e delle Finanze d’Italia On. Giancarlo Giorgetti.

La previsione di ulteriore proroga dello “Stato di Emergenza” al 31 dicembre 2023, e la conferma delle misure necessarie a garantire il funzionamento degli uffici e la tenuta dei bilanci comunali – puntualizza il Sindaco Greco – sono elementi essenziali, liete notizie che riceviamo con un margine temporale sicuramente più utile rispetto a quanto non fosse avvenuto in passato.

“Se saranno confermate le previsioni di questo schema di bilancio su personale sisma, proroga del pagamento delle rate dei mutui con Cassa depositi e prestiti e MEF e esenzione dell’IMU sugli immobili ancora inagibili – commenta il vicesindaco Letizia Budri – saremo nella condizione di affrontare l’azione amministrativa dell’esercizio 2023 in modo più incisivo ed efficace.









Articolo precedenteImmobili, da Confedilizia e Notariato una guida per i giovani
Articolo successivoVignola, Comparto Tangenziale/via per Sassuolo: prima riunione del Tavolo della mobilità