Italcer, hub del design nella ceramica Made in Italy, ha siglato un accordo con Renovit, la piattaforma italiana avviata da Snam e CDP Equity per promuovere l’efficienza energetica di aziende, condomini, terziario e pubblica amministrazione e favorire lo sviluppo sostenibile e la transizione energetica del Paese. Con questa partnership Renovit garantirà al Gruppo Italcer un approvvigionamento di energia elettrica da fonti rinnovabili per oltre il 30% del fabbisogno.

In particolare, l’accordo prevede la fornitura, installazione e gestione di oltre 6.800 pannelli fotovoltaici per una superficie di oltre 18.500 metri quadrati e una potenza complessiva aggiuntiva di circa 3,2 MWp, che saranno posizionati all’interno dei siti produttivi del Gruppo. Il Gruppo Italcer ha già installato nel 2022 circa 2 MWp di impianti con l’obiettivo di arrivare ad un totale di circa 10MWp nei prossimi due anni.

L’accordo con Renovit conferma l’impegno di Italcer verso l’innovazione e la sostenibilità, ambito in cui la società ha investito oltre 20 milioni di euro negli ultimi due anni, per soddisfare le esigenze di un consumatore sempre più green. Oggi la società, che in soli 5 anni è diventata un player di riferimento nelle superfici di design, con ricavi consolidati di circa 360 milioni di euro nel 2022 e un tasso di crescita superiore al 30% negli ultimi tre anni, investe in Ricerca e Sviluppo oltre il 3% dei ricavi ed utilizza oltre il 50% di materie prime riciclate nella propria produzione.

Renovit accompagnerà il Gruppo Italcer, nel percorso di transizione verso fonti di energia rinnovabile consentendo così di ridurre l’impatto ambientale degli stabilimenti del Gruppo, ottimizzandone la spesa energetica. Gli interventi in infrastrutture efficienti consentono, infatti, di stabilizzare i prezzi energetici e la gestione dei rischi legati alla volatilità delle commodities.

Questo accordo si inserisce nella strategia e nel costante impegno di Renovit come abilitatore della transizione energetica del Paese, aiutando le aziende italiane nel percorso di carbon neutrality delle proprie attività, anche nei settori hard to abate, quelli altamente energivori, come la produzione di ceramica.

Graziano Verdi, Amministratore Delegato e co-founder di Italcer Group, spiega: Stiamo proseguendo nella strategia di costruire un gruppo leader in Europa innovativo e green. Negli ultimi anni abbiamo fatto importanti investimenti in industria 4.0 per rendere i nostri stabilimenti e processi produttivi, sia in Italia che all’estero, sempre più efficienti, tecnologicamente avanzati e sostenibili. Grazie a ciò siamo in grado oggi di avviare ad attività di recupero di circa il 99,8% degli scarti di produzione. L’accordo di oggi con Renovit del Gruppo Snam rafforza significativamente il nostro impegno verso l’ambiente e i nostri solidi valori di sostenibilità”.

Italcer, infatti, si è aggiudicata nel 2022 il Sustainability Award, importante riconoscimento per il percorso di continuo miglioramento dell’azienda in termini di sostenibilità ed efficienza dei processi produttivi, grazie ad un uso più efficiente dei materiali, un sempre maggiore risparmio energetico, una riduzione delle emissioni inquinanti e una gestione dell’acqua e dei rifiuti sempre più consapevole.

Il Gruppo Italcer, primario Gruppo italiano nel comparto di riferimento, controllato dal Fondo di Investimento Mindful Capital Partners, conta circa 1100 dipendenti, vanta centinaia di progetti realizzati e 15.000 clienti nel mondo. Oggi opera attraverso marchi di alto di gamma e storiche realtà industriali nel settore ceramico che realizzano prodotti d’eccellenza per interni ed esterni e ne fanno parte: Fondovalle, La Fabbrica, AVA, Elios Ceramica, Devon&Devon, Ceramica Rondine, Cedir, Bottega ed Equipe Cerámicas.

 

 









Articolo precedenteDal 21 marzo a Carpi ci sarà il parco ‘Piersanti Mattarella’
Articolo successivoFiorentina ai quarti di Conference con il Lech Poznan