Una nuova tranche di finanziamenti in arrivo dal valore di 5milioni 650mila euro per fronteggiare le conseguenze del maltempo eccezionale che tra il 17 e il 19 agosto scorsi ha interessato le province di Ferrara, Modena e Parma, con piogge intense, allagamenti, grandinate, vento e l’evacuazione di alcuni nuclei famigliari.

Lo ha deciso nella seduta di ieri il Consiglio dei Ministri che ha accolto la richiesta della Regione, come annunciato dal Ministro per la Protezione civile e le Politiche del mare, Nello Musumeci.

Circa 3milioni 250mila euro saranno impiegati per continuare i lavori di ripristino e messa in sicurezza del territorio colpito. Altri 2 milioni 400mila euro serviranno invece per garantire i primi rimborsi a chi ha subito danni, nella misura massima di 5mila euro per i privati e 20mila euro per le attività economiche.

Sale quindi a circa 14 milioni e mezzo di euro l’ammontare complessivo delle risorse ottenute dal Governo per far fronte alle conseguenze degli eventi meteo straordinari dell’ultima estate.

“Dopo il primo stanziamento di 7,8 milioni deliberato dal Consiglio dei ministri con la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale- spiega Irene Priolo, vicepresidente con delega alla protezione civile- da subito la Regione aveva chiesto l’assegnazione di ulteriori fondi per continuare il percorso intrapreso volto alla sicurezza del territorio e alla riduzione del rischio”.

“Grazie al lavoro svolto nelle settimane passate, già nei prossimi giorni trasmetteremo la proposta del Piano di nuovi interventi da condividere con il Dipartimento nazionale di protezione civile, per ottenere la necessaria approvazione”, conclude Priolo. “L’obiettivo è far partire i cantieri nel più breve tempo possibile, nell’interesse di chi vive e lavora sul territorio”.









Articolo precedenteGiornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19, Bologna ricorda tutti i deceduti durante la pandemia
Articolo successivoFisco, Berlusconi “Con la riforma passo importante verso la flat tax”