Si aggirava nei pressi di un Bar di Correggio in evidente stato di agitazione, impugnando una roncola e seminando paura fra i passanti e gli avventori dell’esercizio pubblico. Sul posto sono arrivati immediatamente i carabinieri della Stazione di San Martino in Rio. Alla vista dei carabinieri l’uomo, in evidente stato di agitazione, opponeva resistenza  e nel tentativo di andarsene si divincolava procurando ferite ai militari, (poi giudicate dai sanitari guaribili in 10 e 15 giorni).

Per questi motivi, con l’accusa di porto abusivo di armi, violenza e resistenza, lesioni personali aggravate, i carabinieri della stazione di Correggio e San Martino in Rio hanno denunciato alla Procura di Reggio Emilia un 29enne reggiano. Gli accertamenti relativi al procedimento, in fase di indagini preliminari, proseguiranno per i consueti approfondimenti investigativi al fine delle valutazioni e determinazioni inerenti all’esercizio dell’azione penale.

E’ accaduto lo scorso 20 maggio poco dopo la mezzanotte, quando la centrale operativa della compagnia di Reggio Emilia riceveva svariate richieste telefoniche di intervento di cittadini, terrorizzati da un giovane che si aggirava nei pressi del bar con in mano una roncola. Nell’immediatezza veniva inviata sul posto una prima pattuglia della stazione dei carabinieri di San Martino in Rio, che notava un giovane in evidente stato di agitazione, il quale, alla vista dei carabinieri, si portava immediatamente all’interno del bar. Quindi i militari, raggiungevano l’esagitato che si avvicinava agli stessi con fare minaccioso.  Nel tentativo invano di convincerlo ad uscire dal bar per poter procedere ad un normale controllo, l’uomo iniziava a porre resistenza e a divincolarsi, cadendo addosso ad uno dei militari e trascinando a terra anche l’altro. A seguito di tale condotta i 2 militari riportavano ferite giudicate guaribili dai sanitari rispettivamente in 15 e 10 giorni. Successivamente giungeva in supporto anche un equipaggio della sezione operativa e Radiomobile della compagnia Reggio Emilia. I militari riusciti ad immobilizzare il 29 enne, dopo aver recuperato la roncola, che all’arrivo dei carabinieri l’uomo aveva nascosto sotto un autovettura parcheggiata a pochi metri del bar, lo conducevano  presso la stazione dei carabinieri di Correggio, e dopo averlo identificato lo denunciavano. Contestualmente i militari procedevano al sequestro dell’arma.









Articolo precedentePrevisioni meteo Emilia Romagna, mercoledì 24 maggio 2023
Articolo successivo“Meno Bretella più tagliatella”: sabato cena di autofinanziamento del Comitato No Bretella