Il settore del commercio ogni giorno accoglie milioni di italiani nei propri punti vendita e,  con la sottoscrizione del protocollo di intesa, ha voluto impegnarsi per dare un aiuto concreto a tanti consumatori.

E’ un impegno importante – commenta Daniela Mariani, Presidente Fiesa Confesercenti Modena, Vicepresidente Nazionale di Fiesa Confesercenti e Presidente Nazionale di Assofrutterie – verso cittadini e famiglie che, anche nella nostra provincia, stanno vivendo un periodo di grandi difficoltà, caratterizzato da un aumento generale dei prezzi. Va però ricordato che negli ultimi 18 mesi le imprese del commercio alimentare hanno assorbito una parte dell’aumento dei costi energetici, delle materie prime e dei prezzi di listino dei prodotto industriali, svolgendo un ruolo fondamentale nel contenimento dei prezzi dei beni di largo consumo”.

Le imprese aderenti, si impegnano ad offrire una selezione di beni di prima necessità di largo consumo a prezzi bloccati o scontati, nel periodo ottobre-dicembre. I negozi aderenti saranno riconoscibili dal logo ministeriale trimestre anti-inflazione.









Articolo precedenteDonata al Museo del Tricolore copia della bandiera realizzata dai degenti dell’Ospedale Bambino Gesù
Articolo successivoPiano antismog: 1 ottobre prima domenica ecologica