Il Comune di Baiso e l’Unione Tresinaro Secchia sono stati premiati la scorsa settimana all’assemblea dell’Anci, l’Associazione nazionali dei Comuni italiani, svoltasi alla Fiera di Genova, con il Municipium Prize 2023, il riconoscimento assegnato dal Gruppo Maggioli agli enti locali distintisi nell’utilizzo dell’app che permette di ottenere comunicazioni in tempo reale grazie alle sue notifiche push. Otto le amministrazioni pubbliche premiate dalla software house romagnola, con Baiso e Unione Tresinaro Secchia uniche della nostra regione.

Ai due enti reggiani il Municipium Prize 2023 – ritirato dal vicesindaco di Baiso, Fabio Spezzani, e dal presidente del Consiglio dell’Unione, Andrea Barozzi – è stato assegnato il premio come Case history del progetto. “Durante l’emergenza maltempo dello scorsa primavera, che oltre all’alluvione in Romagna ha provocato danni consistenti anche nel territorio di Baiso, sono stati infatti ben 12.000 gli sms che come Comune abbiamo inviato, attraverso Municipium, ai nostri cittadini tra il 16 maggio e il 5 giugno – spiega il vicesindaco Fabio Spezzani – Un aumento di oltre il 200% rispetto alle medie abituali di un servizio che non solo è molto utilizzato dai cittadini, tanto che a fronte di 3.200 abitanti abbiamo ben 2.900 contatti registrati tra numeri di telefono e indirizzi di posta elettronica, ma è anche molto apprezzato, come abbiamo avuto di verificare anche in quei difficili giorni, in particolare subito dopo il passaggio del Giro d’Italia, quando oltre all’emergenza di Cà Lita, ci siano trovati con due strade comunali e due strade provinciali interrotte”.

Al sistema di allertamento integrato Municipium che consente ai cittadini di essere informati in tempo reale – con una telefonata, un sms o una e-mail – di eventuali allerte o altre comunicazioni importanti di Protezione civile, aderiscono tutti i Comuni dell’Unione Tresinaro Secchia (oltre a Baiso, Casalgrande, Castellarano, Rubiera, Scandiano e Viano). Il servizio è completamente gratuito e può essere attivato anche online (per maggiori informazioni consultare i siti dei Comuni o dell’Unione Tresinaro Secchia).









Articolo precedenteFerrarelle, strategia a 360 gradi per la sostenibilità
Articolo successivoSabato prossimo l’iniziativa “Sepolcri: storie antiche di Sassuolo”