Un aiuto concreto per sostenere il commercio tradizionale arriva dal Comune di Novellara che nell’ultima seduta di giunta ha dato il via libera a un bando pubblico da 35.000 euro per favorire nuove aperture (29.000 euro) o subentri (6.000 euro). Con l’approvazione ieri sera da parte del Consiglio comunale della variazione di bilancio necessaria a stanziare i fondi, il bando è ora pronto a partire e da lunedì 11 dicembre – fino al primo giugno del prossimo anno – potranno essere inoltrate le domande di contributo a fondo perduto. “Copriranno – spiega Gian Luca Arcetti, assessore al Commercio del Comune di Novellara – il 40% delle spese d’investimento, escluse dunque quelle di manutenzione straordinaria dell’immobile, di affitto e acquisto di materiali di consumo, con un massimo di settemila euro per le nuove aperture e di duemila per i subentri”.

Esercizi di vicinato, imprese artigianali e pubblici esercizi le attività previste da bando, se da avviare o già presenti nel centro storico di Novellara o nelle frazioni di San Giovanni, Santa Maria e San Bernardino. “E’ una risposta concreta e importante per sostenere un settore in forte difficoltà a causa della crisi economica, dell’aumento dei costi energetici e delle materie, nonché dallo sviluppo del canale online, ma anche per rilanciare l’attrattività e la qualità dei servizi in centro storico e nelle frazioni“, continua l’assessore Arcetti sottolineando come “il bando sia stato valutato molto positivamente dalle principali associazioni di categoria di commercianti ed artigiani, con le stesse Cna, Confcommercio e Confesercenti che hanno contribuito alla sua definizione”.

 

Cosa prevede il bando

I contributi a fondo perduto sono destinati a nuove aperture (29.000 euro complessivi) o subentri (6.000 euro) relativi a esercizi di vicinato, imprese artigianali e pubblici esercizi in genere (ristoranti e bar, ma solo se provvisti di cucina) che abbiano sede in zone ben precise di Novellara e delle frazioni. Copriranno (fino a un massimo di 7.000 euro per le nuove aperture, di 2.000 per i subentri) il 40% delle spese d’investimento, escluse dunque quelle di manutenzione straordinaria dell’immobile, di affitto e acquisto di materiali di consumo. Sugli importi erogati, per legge, sarà applicata una ritenuta del 4%.

Tutte le informazioni – compresi il modulo per presentare domanda online e la mappa delle zone previste dal bando – sono disponibili sul sito Internet del Comune di Novellara. Il termine per le richieste di contributo – che saranno accolte in ordine di presentazione fino ad esaurimento fondi – va dall’11 dicembre all’1 giugno 2024.

 

 









Articolo precedentePremio Innovatori Responsabili: chi sono i vincitori della 9a edizione promossa dalla Regione
Articolo successivoSabato 2 dicembre torna a Reggio Emilia ‘Notte di luce’ per riflettere sulla fragilità