La Regione sarà al fianco degli investimenti, che Toyota realizzerà in Emilia-Romagna sostenendo i progetti dell’azienda affinché questi possano cogliere ogni opportunità di finanziamento.

La conferma è arrivata dall’assessore regionale allo Sviluppo economico, Vincenzo Colla, che ha incontrato nella sede bolognese di Toyota Material Handling Manufacturing Italy i top manager della Toyota Industries Corporation, leader mondiale nel settore della movimentazione e logistica delle merci.
All’incontro erano presenti per Toyota Norio Wokabayashi, Toru Suzuki ed Ernesto Dominguez insieme agli Amministratori Delegati dei siti di Bologna ed Ostellato.

Toyota Material Handling Manufacturing Italy, oltre allo stabilimento alle porte di Bologna è presente anche a Ostellato, in provincia di Ferrara. In Europa inoltre conta stabilimenti anche in Svezia (a Mjölby) e in Francia (Ancenis), siti in cui vengono prodotti carrelli elevatori destinati al mercato internazionale.

“Il progetto di sviluppo messo in campo da Toyota in Emilia-Romagna rappresenta un investimento rilevante- ha detto Colla-. Saremo al fianco dell’azienda sul territorio e l’accompagneremo con attenzione nei passaggi con il ministero delle Imprese e del Made in Italy, per cogliere tutte le possibilità di finanziamento oggi disponibili”.
“Toyota- ha aggiunto l’assessore- possiede un gruppo dirigente di qualità, ha un modello aziendale che nonostante la dimensione mondiale si inserisce molto bene nel tessuto economico emiliano-romagnolo per la sua attenzione alle relazioni, istituzionali e sociali, per la qualità delle produzioni e la sostenibilità ambientale. Toyota- ha concluso Colla– non è solo un marchio importante, ma un modo di essere e stare sul territorio che si confà con la nostra dimensione regionale”.

Il management del gruppo Toyota ha ringraziato la Regione per il supporto e sostegno ai loro progetti d’investimento in Emilia-Romagna, annunciando che altri ne saranno fatti oltre quelli già presentati. In Europa Toyota Material Handling Manufacturing Italy ha il cuore della ricerca sui carrelli elevatori con motorizzazione elettrica.

Lo stabilimento di Bologna
Toyota Material Handling Manufacturing Italy progetta e produce una ampia gamma di carrelli controbilanciati elettrici, oltre a montanti e traslatori. I principali processi produttivi si concentrano su: assemblaggio, saldatura e verniciatura. A Bologna è stato, inoltre, creato un centro di ricambi e un ‘Customization Center’ per rispondere alle esigenze specifiche dei clienti.  Lo stabilimento di Bologna occupa circa 850 persone e ha chiuso lo scorso anno con un fatturato di circa 600 milioni di euro.
Il gruppo possiede uno stabilimento anche a Ferrara, dove si progettano e producono montanti di alta qualità per carrelli elevatori con capacità fino a 10 tonnellate. Lo stabilimento ad Ostellato occupa 680 persone con un fatturato 150 milioni di euro realizzato nello scorso anno.
In Emilia-Romagna sono circa 2000 gli occupati considerando anche l’unità di vendita









Articolo precedenteLuzzara, stufa malfunzionante: tre in ospedale per intossicazione da monossido di carbonio
Articolo successivoL’Ausl di Reggio Emilia in merito allo sciopero generale nazionale di 24 ore martedì 5 dicembre