Pavullo: le acque di un fossato blu, vernice da scarico abusivo






    Le acque di un fossato sono diventate blu, non per la loro limpidezza, ma a causa di uno scarico abusivo probabilmente di vernice. L’inquinamento è stato scoperto nei giorni scorsi a Pavullo dalla Polizia provinciale in un tratto di oltre un chilometro di un fossato affluente del torrente Cogorno in località Ascarina, a valle della zona industriale di S.Antonio.


    E proprio nella zona industriale si stanno concentrando le indagini degli agenti, anche perché la sostanza è fuoriuscita da un tubo di scarico proveniente dal sistema fognario dell’area in questione.
    Non appena saranno terminati i rilievi dell’Arpa sulle caratteristiche della sostanza e sulle cause dell’episodio, è probabile l’invio di una informativa di reato all’autorità giudiziaria.









    Articolo precedenteIncidenti: 70 bambini morti ed 8000 feriti ogni anno
    Articolo successivoRave clandestino nella bassa modenese