Home Comprensorio Le attività della Consulta stranieri di Maranello

Le attività della Consulta stranieri di Maranello

Integrazione, multiculturalità e accoglienza sono alcuni dei temi al centro dell’attività della Consulta degli stranieri del Comune di Maranello, eletta nello scorso marzo. Da allora si è aperto un confronto tra i rappresentanti degli immigrati a Maranello e l’amministrazione comunale su questi e altri temi, elaborati in particolare all’interno di una bozza-protocollo che la stessa consulta ha proposto e discusso con il Comune in una serie di incontri e riunioni.

Nel 2006 sono così partite alcune iniziative rivolte ai cittadini stranieri, nell’ottica della piena integrazione e del dialogo tra le culture. Tra questi, l’avvio di corsi di lingua e igiene personale rivolti alle donne e il proseguimento dei corsi di lingua italiana già attivati da alcuni anni. Si sta anche concretizzando il progetto di uno sportello per gli stranieri, che dovrebbe partire nel 2007 con un giorno di apertura settimanale presso il municipio. La consulta sta anche partecipando agli incontri di Agenda 21 – Maranello Sostenibile, e vuole avviare progetti specifici rivolti alla scuola sulla convivenza. C’è stato anche un incontro con la Polizia Municipale sul tema della sicurezza stradale, con informazioni sul codice della strada. Tra i temi in discussione c’è anche quello della casa, e si pensa all’organizzazione di incontri pubblici con scrittori e sociologi sul tema dell’immigrazione e alla proiezione di film, attività rivolte non solo agli stranieri ma a tutta la cittadinanza, con l’obiettivo di una piena e concreta integrazione. La consulta ha anche donato il ricavato della cena marocchina organizzata in giugno nella festa multietnica: il contributo è stato devoluto alla nuova sede associativa della Alecrim Work in via Cappella.

“Siamo soddisfatti di quanto realizzato fino ad oggi e dei rapporti tra consulta e amministrazione comunale”, afferma il presidente Jabri Abderrahman. “Nel 2007 vogliamo approfondire la discussione sullo statuto, aprendo un confronto per apportare dei miglioramenti, magari iniziando a pensare ad uno statuto unico delle consulte nella provincia di Modena”. “Con la consulta abbiamo instaurato un metodo di lavoro serio e positivo, che parte dai loro bisogni e richieste e attraverso la discussione si può tradurre in azioni concrete anche rispetto alle scelte del bilancio”, aggiunge Giorgia Rabitti, assessore alla partecipazione. “Crediamo che la piena cittadinanza si possa realizzare anche attraverso strumenti di partecipazione come la consulta”.

Oggi gli stranieri a Maranello sono 841, il 5,11% del totale della popolazione. La Consulta degli Stranieri di Maranello è formata da nove rappresentanti di diverse aree geografiche: per l’Europa extracomunitaria Bushi Defrim (albanese), Chayka Lyubov (ucraina) e Osmani Gentjan (albanese), per l’area dell’Africa mediterranea Jabri Abderrahman (marocchino), Jarmouni Mohammed (marocchino) e Hakim Hanane (marocchina), per l’area dell’Africa sub-sahariana Osei Mary (ghanese) e Arihalam Samuel Ugochukwu (nigeriana), per l’America Poblete Rodriguez Maria Consuelo (cilena).